Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 15 Maggio |
Sant'Isidoro
home iconNews
line break icon

La bambina che si riprende dopo 3 anni di stato vegetativo, miracolo del Cura Brochero?

Esteban Pittaro - Aleteia Spagnolo - pubblicato il 07/02/17

Quella di Brianna è una storia di lotta e di speranza. Ha avuto un arresto cardiorespiratorio durante un’intervento chirurgico all’età di un anno e otto mesi. Era entrata nella sala operatoria camminando, ma ne uscì in stato vegetativo, secondo quanto riportato dalle sue cartelle cliniche. Tre anni dopo si è svegliata, e meno di un anno fa ha iniziato un incredibile recupero.

La storia di Brianna è stata riportata dal quotidiano argentino La Voz del Interior e può essere letta sul portale Día a Día. Quel triste giorno i suoi genitori hanno iniziato un faticoso percorso di sforzo e determinazione, che oggi sta dando risultati incredibili.

Con Brianna affetta da paralisi cerebrale, hanno prima cercato di ottenere i fondi per eseguire un trattamento in un centro di riabilitazione, e poi le hanno fatto fare delle sedute di equinoterapia. I progressi rispetto allo scorso anno sono considerati veri e propri passi da gigante.

C’è stata molta speranza per Brianna. All’inizio è riuscita ad estendere le braccia per prendere delle bambole, poi a pronunciare il nome di mamma e papà, per a interagire con gli altri bambini a scuola. Sta lentamente guadagnando forza nelle gambe, secondo quanto riportato da La Voz. Riesce già a sedersi e ad alzare la testa da sola.

I suoi genitori credono di aver ricevuto l’aiuto di José Gabriel del Rosario Brochero. È molto probabile che sia stato così; il santo Cura Gaucho ha un rapporto molto intenso con i bambini, e i due miracoli che hanno portato alla sua beatificazione e canonizzazione erano coinvolti con la guarigione miracolosa di bambini.

Secondo quanto il papà Carlos ha detto ad Aleteia, a Brianna sono riusciti a toglierle il respiratore artificiale, dopo diversi tentativi falliti, proprio nel giorno della beatificazione di Cura Brochero, e il giorno della canonizzazione è riuscita a svegliarsi completamente. Oggi Brianna parla, si muove e cammina con le stampelle. L’immagine del santo l’ha accompagnata per tutto il processo di recupero, e continua a farlo.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Tags:
bambinifedeguarigionemiracoli
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
6
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni