Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 16 Giugno |
Beato Clemente Vismara
home iconvaticano notizie
line break icon

Summit dei Nobel per la pace a Bogotá, il Papa: “Resistere alla vendetta”

Vatican Insider - pubblicato il 03/02/17

«Quando le vittime della violenza sono capaci di resistere alla tentazione della vendetta, diventano i più credibili promotori della costruzione nonviolenta della pace». Così Papa Francesco nel Messaggio inviato ai partecipanti del XVI Summit mondiale dei premi Nobel per la pace, avviato ieri fino al 5 febbraio a Bogotá, in Colombia. 

Nel testo, a firma del cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, inviato al cardinale Rubèn Salazar Gòmez, il Papa incoraggia i partecipanti a riflettere «sulle diverse sfide per la pace nel mondo odierno» ed esorta proseguire gli sforzi «per promuovere la comprensione e il dialogo tra i popoli».  

In particolar modo, Bergoglio auspica che «gli sforzi della Colombia per costruire ponti di pace e di riconciliazione possano ispirare tutte le comunità a superare le ostilità e le divisioni». L’obiettivo è quello già espresso nel Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace 2017, e cioè che «la nonviolenza possa diventare lo stile caratteristico delle nostre decisioni, delle nostre relazioni, delle nostre azioni, della politica in tutte le sue forme», scrive il Pontefice. 

Il Summit, sul tema “Pace e Democrazia”, è stato avviato ieri e si concluderà sabato 5 febbraio. Sono presenti una ventina di premi Nobel che si incontrano per la sedicesima volta in un appuntamento mondiale. Tra questi: Rigoberta Menchú (Guatemala, Nobel nel 1992); Al Gore (Stati Uniti, Nobel nel 2007); David Trimble (Irlanda, Nobel nel 1998) e Mijaíl Gorbaciov (Russia, Nobel nel 1990). Come informano gli organizzatori, sono presenti in totale 2300 persone, tra cui 600 giovani e 270 giornalisti.  

Non è casuale la scelta del luogo, la Colombia, dove sta per concludersi il processo di pace – uno dei più lunghi e complessi della storia contemporanea – tra Governo e Farc sottoscritto a L’Avana, Cuba. 

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Silvia Lucchetti
Matteo si è ucciso “in diretta” su un forum online. E...
7
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni