Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconArte e Viaggi
line break icon

La nuova battaglia di Mel Gibson

Lucandrea Massaro - Aleteia - pubblicato il 02/02/17

Esce oggi in Italia il film sull'obiettore Medaglia d'onore del congresso

Mel Gibson torna al cinema con quello che sa fare meglio, le cosiddette “biopic”, cioè quei film biografici basati su una storia vera. Gibson ama i film di guerra e di battaglia e sono probabilmente quelli che gli vengono meglio. Anche se ha stupito il mondo con The Passion, sulla Passione di Gesù Cristo, si trova certamente più a suo agio con i film d’azione che più di tutti gli hanno dato fama e fortuna. Ed è un bene, perché se sai fare bene una cosa, tanto vale che tu faccia quella. Il buon vecchio Mel, torna alla ribalta con un film splendido sulla Seconda Guerra Mondiale, raccontando la vicenda dell’obbiettore di coscienza Desmond Thomas Doss nel film La battaglia di Hacksaw Ridge.

Doss era un fedele della Chiesa Avventista dei Santi dell’Ultimo Giorno, nato nella provincia americana da una famiglia modesta e con l’ambizione di diventare medico, ma lo scoppio della guerra cambiò tutto. Si presentò come volontario nell’esercito degli Stati Uniti, rifiutandosi però di imbracciare il fucile. Voleva dare una mano, voleva servire il suo paese e condividere il fato della sua generazione ma non voleva uccidere. Divenne, dopo un difficile addestramento con compagni che lo credevano un codardo, soccorritore medico: salvò 75 persone e venne decorato come eroe di guerra.

Un insegnamento sulle proprie convinzioni nel campo di battaglia della quotidianità, quando la guerra è ideologica non ci si può permettere di venire meno a quello in cui si crede senza perdersi. Credo sia questo il messaggio che Mel Gibson, regista cattolico molto credente, vuole mandare ai suoi spettatori. Un film sul coraggio e sulla mitezza, un film sulla fede e sul martirio, quello che oggi talvolta capita di subire quando – da cristiani – si osa dire “io penso diversamente”…

1
Tags:
andrew garfieldmel gibsonobiezione di coscienzarecensioni film
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni