Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 28 Luglio |
Santi Nazario e Celso
home iconStile di vita
line break icon

La strategia per vincere i 7 vizi che ci imprigionano

Hieronymus Bosch - Domínio Público

Francisco Vêneto - pubblicato il 01/02/17

Capire cosa sono i 7 vizi capitali per combattere meglio le nostre cattive abitudini

PRATICA = ABITUDINI

La pratica costante crea delle abitudini.
La pratica costante di buone azioni crea le abitudini virtuose.
La pratica costante di cattive azioni crea le abitudini peccaminose.
Per questo, insieme alla preghiera per chiedere la grazia di Dio e alla confessione per chiedere la sua misericordia, è indispensabile insistere nella pratica costante delle buone azioni, per formare l’abitudine alla virtù e perseverare nell’astensione costante dalle cattive azioni, per combattere l’abitudine del peccato.

Forse è la ricetta più ovvia del mondo, ma il problema è che tendiamo a dimenticare di metterla in pratica!

PESSIME ABITUDINI vs OTTIME ABITUDINI

È comune non smettere di peccare perché non cambiamo alcune pessime abitudini e non esercitiamo alcune ottime abitudini. Ad esempio, siamo soliti lodare il bene con molta meno intensità di quanto lamentiamo il male; in genere ringraziamo per le realtà buone e belle con frequenza molto minore rispetto a quanto deploriamo le realtà brutte e negative, e soprattutto in genere speriamo (ed esigiamo) che Dio faccia tutto o quasi tutto da solo anziché compiere atti di carità volontari, consapevoli, gratuiti, nascosti e quotidiani a favore del prossimo.

ATTACCATE LA RADICE, NON I RAMI

La conquista delle abitudini virtuose e la lotta a quelle peccaminose si trasformano in una strategia molto più chiara, obiettiva ed efficace quando comprendiamo che esistono certi vizi peccaminosi che provocano la maggior parte degli altri vizi e peccati: sono i vizi o peccati capitali, che quindi devono essere quelli da combattere in modo prioritario.

Circa i peccati e vizi capitali, il Catechismo di San Pio X insegna che “il vizio è una cattiva disposizione dell’animo a fuggire il bene e a fare il male, causata dal frequente ripetersi degli atti cattivi. Tra peccato e vizio v’è questa differenza, che il peccato è un atto che passa, mentre il vizio è la cattiva abitudine contratta di cadere in qualche peccato”.

I 7 VIZI CAPITALI

I vizi o peccati capitali sono allo stesso tempo vizi e peccati, o peccati che costituiscono cattive abitudini. Sono sette:

1º SUPERBIA: assenza di umiltà, manifestata in orgoglio e arroganza.
2º AVARIZIA: attaccamento ai beni materiali e al loro accumulo come se fossero fini in sé anziché mezzi per fini nobili.
3º LUSSURIA: attaccamento ai piaceri carnali, sensuali.
4º IRA: consenso alla rabbia smisurata, spesso con desiderio di vendetta.
5º GOLA: concessione al piacere di mangiare in quantità superiore a quella necessaria al benessere del corpo.
6º INVIDIA: tristezza per il bene altrui, che viene percepito come male proprio, come qualcosa che sminuisce se stessi.
7º ACCIDIA: arrendersi alla mancanza della volontà di compiere i propri doveri e di superare le proprie limitazioni pregiudizievoli.

LE VIRTÙ OPPOSTE

I vizi o peccati capitali si vincono con la pratica delle virtù opposte:
la SUPERBIA con l’UMILTÀ;
l’AVARIZIA con la CARITÀ;
la LUSSURIA con la CASTITÀ;
l’IRA con la PAZIENZA;
la GOLA con la TEMPERANZA;
l’INVIDIA con la GENEROSITÀ;
l’ACCIDIA con la DILIGENZA.

L’immagine è l’opera I Sette Peccati Capitali e le Quattro Cose Ultime, del pittore olandese Hieronymus Bosch (ca. 1450 – 1516). Le “quattro cose ultime” in questione sono la morte, il giudizio, l’inferno e il paradiso, chiamati anche “novissimi” (dal latino “novissimus”, che significa “ultimo”), e il loro rapporto con i sette vizi capitali è piuttosto suggestivo. Per visualizzare l’immagine con maggior dettaglio, accedete a questa pagina di WikiMedia.

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
vizio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontan...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
MASS
Gelsomino Del Guercio
Niente Green Pass per andare a messa: la precisazione del Governo
5
don Marcello Stanzione
Fra Modestino da Pietrelcina rivela: Padre Pio ha visto mio padre...
6
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
7
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni