Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 10 Maggio |
San Damiaan (Jozef) de Veuster
home iconStile di vita
line break icon

Le 5 frasi che NON dovresti mai dire al tuo partner

Gratisography.com/Public Domain

Por tu matrimonio - pubblicato il 30/01/17

Se le dici, è ora di cambiare

Ci sono molti fattori che possono danneggiare un matrimonio: le preoccupazioni economiche, l’infedeltà, le dipendenze… Riprendersi da tutto questo implica una considerevole quantità di tempo e di sforzo da entrambe le parti.

C’è però una cosa che può cambiare la qualità di un matrimonio in modo quasi istantaneo: le parole che usi per parlare con il tuo coniuge. Se desideri evitare discussioni, fai uno sforzo consapevole per omettere certe frasi… Ci sono frasi di cui ci pentiremo non appena le avremo pronunciate. Tra le altre, queste qui:

“Sempre”. “Mai”

È un’accusa molto seria per l’amore della tua vita dirgli “Non mi ascolti mai” o “Torni sempre tardi dal lavoro”, perché in primo luogo non è vero, e poi la maggior parte delle volte questo commento nasce dalla stizza del momento.

Un modo migliore per esprimere i tuoi sentimenti è fare un grande sospiro e dire: “A volte sento che non mi ascolti e/o non mi capisci. Possiamo parlare per qualche minuto? Quello che voglio dire è davvero importante per me. Forse possiamo progettare qualche modo per poter avere un po’ più di tempo di qualità in famiglia”.


LEGGI ANCHE: 3 miti sul matrimonio smontati uno ad uno


“Sei ingrassato/a? Ti vedo più in carne e i vestiti non ti stanno più come prima”

Fondamentalmente, equivale a dire che il tuo partner non ha un bell’aspetto, e implica insoddisfazione nei confronti del suo corpo. Non dire mai qualcosa di negativo sul corpo del tuo partner. Una cosa che aiuta gli sposi è mantenersi come eterni innamorati, vedendo lo/a sposo/a come un eterno/a fidanzato/a.

“Se mi amassi davvero, faresti…”

È una frase frequente tra i fidanzati, e in genere la usa lui per suggerire un rapporto sessuale. Nel caso di un matrimonio, si sta insinuando che il coniuge sia egoista. In realtà è il contrario; la persona che sta avanzando questa richiesta è egoista non tenendo conto dei sentimenti del partner.

Hai pensato che quello che stai chiedendo è qualcosa che dà fastidio al tuo partner? Quando si tratta delle decisioni importanti che interessano entrambi, è meglio decidere di comune accordo e non esigere in nome dell’amore.

“Magari te ne andassi!”

Molti hanno peccato con questa frase. C’è stato un fine settimana (o una notte, o una vacanza) che non è andato come si sperava e si pensa che allontanarsi sia la soluzione. In certi momenti prendersi un po’ di tempo per placare gli animi e snebbiarsi la mente è un buon rimedio, perfino salutare, ma dire al partner che ci piacerebbe che se ne andasse da un’altra parte, o che non si vuole stare vicino a lui, gli fa male. Perché non dire piuttosto: “Mi dispiace che abbiamo avuto un paio di giorni difficili. Possiamo ricominciare domani?”

“Il marito/la moglie della mia amica fa sempre… e tu no”.

Fare paragoni è odioso. Ricordate sempre la frase: “Scegli il tuo partner e ama la tua scelta”. Ciò non vuol dire che dobbiate sopportare tutte le sue cattive abitudini, ma ricordate che il modo in cui vi rivolgete al vostro partner lo fa sentire emotivamente sicuro e lo fa sentire valorizzato nel rapporto. Non è bene fare paragoni perché ogni persona è diversa dall’altra. Una avrà alcune qualità, un’altra ne avrà altre. Ognuno hai suoi difetti.


LEGGI ANCHE:Uomini, evitate questi errori se non volete rovinare il vostro matrimoni


Quelle che proponiamo sono solo alcune delle frasi inopportune e imprudenti che pronunciamo in un momento di collera o dispiacere. Se le impieghiamo, è il momento di chiedere scusa. F. Burton Howard diceva del matrimonio: “Se vuoi qualcosa che duri per sempre, curalo come un tesoro”.

Ricardo Búlmez aggiunge: “Cura non quello che è sicuro, ad esempio la tua famiglia; cura ciò che è insicuro, sicuramente il partner”. E lo spiega così: “Hai mai sentito qualcuno dire: ‘Ecco il tuo ex-padre, o il tuo ex-figlio? No. Ma hai sentito dire: ‘Ecco il tuo ex marito, ecco la tua ex moglie’. L’elemento più insicuro è quindi il tuo partner. Curalo come un fiore”.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
famigliarelazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
Gelsomino Del Guercio
Gesù e la lettura del Vangelo. Così Celentano “converteR...
4
TAMING TRIPLETS
Annalisa Teggi
Resta incinta mentre era già incinta: sono nate 3 bimbe e stanno ...
5
Mar Dorrio
Come trarre profitto spirituale dai momenti negativi?
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni