Aleteia

Uomini, ecco 5 consigli per migliorare la fertilità

Pixabay
Condividi
Commenta

Abitudini apparentemente banali possono portare problemi rilevanti per chi vuole essere padre

Secondo l’ONG americana Resolve, 1 coppia su 8 ha difficoltà ad avere figli, e nel 33% dei casi il problema della sterilità è legata all’uomo.

Ajay Nangia, professore di urologia presso l’Università del Kansas (USA) e specialista della infertilità maschile, ha detto alla rivista Men’s Health che “negli ultimi decenni è diminuito il numero medio di spermatozoi“. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) il numero medio di spermatozoi sarebbe di almeno 20 milioni per millilitro di liquido seminale.

La quantità di spermatozoi in generale (e in particolare quella degli spermatozoi sani) può essere stata ridotta da una o più abitudini, apparentemente senza importanza, ma che gli uomini che stanno lottando con problemi di infertilità dovrebbero abbandonare.

1 – Dormire dalle 7 alle 8 ore a notte: non di meno, non di più

Rommel Canlas/Shutterstock

Secondo uno studio pubblicato dalla rivista scientifica Fertility & Sterility, l’uomo che dorme meno di 6 ore a notte ha una probabilità del 31% più basso di mettere incinta la moglie rispetto all’uomo che dorme dalle 7 alle 8 ore a notte. La mancanza di sonno diminuisce la produzione di testosterone, un ormone che è essenziale per la produzione di sperma. Ma anche troppo sonno è dannoso, poiché anche gli uomini che dormono più di 9 ore di notte mostrano livelli più bassi di fertilità.


LEGGI ANCHE: Vuoi dormire tranquillo? Recita questa preghiera serale


2 – Mangiare pesce ed evitare le carni processate

Pixabay

I ricercatori della Harvard University hanno analizzato la dieta e la qualità dello sperma di 155 uomini e hanno scoperto che coloro che mangiavano più pesce, in particolare quelli ad alto contenuto di omega-3 come il salmone e il tonno, avevano una superiore quantità e una qualità degli spermatozoi. Ma negli uomini che mangiavano una maggiore quantità di carni processate (come pancetta, salsicce e salumi), gli spermatozoi erano di meno e meno sani.


LEGGI ANCHE: La cattiva alimentazione porta all’infertilità?


3 – Controllare lo stress e l’irritabilità

Shutterstock/Alexandru Logel

Gli uomini più stressati e irritabili producono sperma di qualità inferiore, come ha dimostrato uno studio dell’American University of Columbia. Lo stress fa notevoli danni agli ormoni riproduttivi, perché porta all’aumento della produzione di proteine infiammatorie, che interferiscono negativamente sulla qualità dello sperma.


LEGGI ANCHE: 5 semplici preghiere per i momenti di stress


4 – Non tenere il telefono in tasca

Shutterstock / pathdoc / Arcady

Dieci studi condotti del Regno Unito hanno concluso che le radiazioni emesse dai telefoni cellulari possono danneggiare il DNA degli spermatozoi, e il calore dello smartphone in tasca può alzare la temperatura del sacco scrotale, interferendo con la mobilità dello sperma e quindi riducendo la quantità degli spermatozoi.


LEGGI ANCHE: Sei ossessionato dal telefonino? Scoprilo rispondendo a queste 4 domande


5 – Ridurre il consumo di alcol

pixabay.com

Bere troppo alcol abbassa i livelli di testosterone, il numero degli spermatozoi totali e la quantità di sperma sano. Uno studio danese suggerisce che il consumo di 25 o più dosi di bevanda alcolica a settimana porta ad una significativa diminuzione della qualità dello sperma; 40 dosi settimanali, ad esempio, riducono il numero degli spermatozoi del 33% e rendono lo sperma meno sano del 51% rispetto agli uomini che bevono fino a un massimo di 5 dosi a settimana. A citare lo studio danese è di nuovo il professor Ajay Nangia.


LEGGI ANCHE: Le 5 cose sull’alcol che avrei voluto sapere prima


[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Condividi
Commenta
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni