Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 27 Febbraio |
Religiosa e Fondatrice
home iconChiesa
line break icon

Il satanismo come fenomeno sociale

© Public Domain

Andrea Tornielli - Vatican Insider - pubblicato il 13/01/17

Può dare qualche numero sulla consistenza del fenomeno, nel mondo e in Italia?

«Tutto dipende da come si definisce il satanismo. Se parliamo di gruppi organizzati – voglio dire di gruppi che hanno sedi, siti Web, pubblicano riviste, e così via – i satanisti sono circa cinquemila nel mondo e poche centinaia in Italia. Ma a questi gruppi organizzati si affianca il satanismo cosiddetto “selvaggio” delle bande giovanili che praticano rituali fai da te in genere appresi su Internet: migliaia di giovani nel mondo – forse tra i cinquemila e i diecimila, ma le statistiche sono difficili – con una presenza che sembrerebbe più significativa che in altri Paesi in Italia. Si legge spesso anche di gruppi clandestini e segreti che commettono gravi crimini. Alcuni di questi gruppi esistono certamente, sono periodicamente scoperti dalle polizie di diversi Paesi e la loro pericolosità non va sottovalutata. Non ci sono tuttavia prove che gruppi di questo genere siano centinaia o migliaia, come gli anti-satanisti si ostinano a sostenere. Ne sono stati scoperti e identificati con certezza non più di una decina negli ultimi vent’anni nel mondo e non è verosimile che ne esistano più di qualche dozzina».

Nel libro lei distingue anche il satanismo «razionalista» da quello «occulto». Su quali basi e quali sono le differenze?

«Il satanismo razionalista, legato alla figura dell’americano Anton Szandor LaVey (1930-1997), venera Satana con rituali che sono sostanzialmente psicodrammi che mirano a liberare chi li pratica dalla religione e dal senso del peccato, i quali impedirebbero di godere appieno la vita e i piaceri che derivano dalla sessualità, dal denaro e dal potere. LaVey però considerava Satana un simbolo della liberazione dalle religioni e non pensava che esistesse veramente. La sua era una forma estrema di umanesimo ateo. Nel 1975 il luogotenente di LaVey, il colonnello dell’esercito americano Michael Aquino – personaggio interessante, tuttora vivente, con un passato di specialista della disinformazione (oggi si direbbe della creazione di “fake news”) per conto dell’esercito ai tempi della guerra del Vietnam – promosse uno scisma nella Chiesa di Satana che LaVey aveva fondato. Con Aquino si schierarono coloro che pensavano che Satana esistesse veramente e non fosse solo un simbolo. Questa distinzione fra un satanismo “razionalista” e uno “occultista” o “deista” rimane nel mondo satanista ancora oggi».

Chi ha, per così dire, «fondato» il satanismo moderno?

«Io distinguo il satanismo come fenomeno moderno – che implica un’organizzazione – dai riferimenti a Satana che si trovano nella magia o nella stregoneria medievali. In questo senso un proto-satanismo emerge alla corte del Re di Francia Luigi XIV con le prime “Messe nere” organizzate da cartomanti e sacerdoti apostati che invocano la protezione di Satana per clienti che cercano il successo in amore o negli affari. Il fine è utilitaristico, non religioso o anti-religioso, ma cominciamo a trovarci di fronte a un’organizzazione e a rituali. Di qui parte un filone che si sviluppa gradualmente nell’Ottocento ma assume i connotati di organizzazioni per così dire “religiose” solo nel Novecento, con la fondazione nel 1966 a San Francisco della Chiesa di Satana da parte di LaVey».

Nel libro è raccontata la vicenda di migliaia di suicidi dei cosiddetti «vecchi credenti» in Russia alla fine del Seicento. Che cosa accadde?

«Nel 1666, anno che contiene il famoso numero della Bestia 666 menzionato nell’Apocalisse, il Patriarca Nikon (1605-1681) promosse una riforma liturgica nella Chiesa Ortodossa Russa. Le riforme liturgiche generano sempre una reazione tradizionalista. La data, 1666, convinse questi tradizionalisti ostili alla riforma, i cosiddetti “vecchi credenti”, che il vero autore della nuova liturgia era il diavolo. Anche alcuni tradizionalisti cattolici estremi pensano la stessa cosa a proposito della riforma liturgica di Paolo VI, ma i “vecchi credenti” espressero la loro protesta più radicalmente, con suicidi collettivi in cui perirono almeno ventimila persone».

Chi era Stanisław Przybyszewski, considerato da molti come il «primo satanista»?

«Era un romanziere polacco (1868-1927), esponente del decadentismo, che pubblicò nel 1897 il romanzo “I figli di Satana” e il saggio “La sinagoga di Satana”. Scriveva prevalentemente in tedesco e faceva parte a Monaco del circolo che si trovava alla famosa taverna del Porcellino Nero con altri letterati e artisti del Nord Europa, tra cui il pittore norvegese Edvard Munch (1863-1944) e il drammaturgo svedese August Strindberg (1849-1912). Przybyszewski anticipa molte idee di LaVey. È convinto che Dio sia un tiranno che vuole mantenere gli uomini e le donne nell’ignoranza e nella paura mentre Satana insegna all’umanità la curiosità intellettuale, la creatività e la liberazione sessuale. Nel romanziere polacco c’è già una teoria di come potrebbe essere organizzato un movimento satanista moderno. Però di fatto Przybyszewski non ne organizzò mai uno, anche se alcuni suoi discepoli fecero dei tentativi, per cui lo si può considerare più un precursore che un fondatore».

Nel libro lei afferma che l’anti-satanismo ha una grande responsabilità nel ingigantire il satanismo. Perché?

«I satanisti esistono e talora commettono anche gravi crimini. L’anti-satanismo però distorce il fenomeno in due modi. In primo luogo esagera il dato statistico. I membri di gruppi satanisti organizzati non sono mai stati nella storia occidentale più di poche migliaia. L’anti-satanismo parla volentieri, senza potere fornire prove, di migliaia di gruppi e centinaia di migliaia di adepti. In secondo luogo, l’anti-satanismo attribuisce ai satanisti la capacità di controllare e orientare intere organizzazioni, scadendo in forme tipiche di complottismo. Una parte importante del mio libro è consacrata, come accennavo, a tesi, fantasie e mistificazioni secondo cui i satanisti controllerebbero segretamente l’ebraismo, la massoneria, la Chiesa Mormone e anche – secondo una letteratura protestante fondamentalista culturalmente marginale ma diffusa in migliaia di copie grazie in particolare a decenni di sforzi dell’autore californiano, recentemente scomparso, Jack Chick (1924-2016) – il Vaticano e la Chiesa Cattolica. Questi eccessi dell’anti-satanismo, non di rado grotteschi, finiscono per non fare prendere sul serio neppure le critiche motivate e reali al satanismo e quindi paradossalmente per favorire i satanisti».

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
diavolo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
4
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
5
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti maligni a San Miche...
6
CAIN AND WIFE
Francisco Vêneto
Con chi si è sposato Caino, se Adamo ed Eva avevano solo figli ma...
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni