Aleteia

In pellegrinaggio restando a casa. Vi spieghiamo come fare

Our-Lady-of-Fatima-International-Pilgrim-Statue-CC
Condividi
Commenta

Ecco come ci si può calare nell'atmosfera spirituale dei più grandi luoghi mondiali della spiritualità. Da Padova a Moint Saint-Michel

Vuoi sperimentare un pellegrinaggio restando comodamente seduto sul divano di casa? Oggi puoi farlo grazie alle opportunità che alcuni tra i santuari più famosi al mondo hanno dedicato a chi non può raggiungerli fisicamente.

Il pellegrinaggio virtuale si snoda attraverso una serie di portali web che provano a trasmettere al pellegrino la spiritualità di quel luogo. Aleteia vi propone dei possibili “approdi”.

LE CITTA’-SANTUARIO IN FRANCIA

In Francia, a sottolineare quanto risulti inscindibile il rapporto tra cultura e spiritualità nel caso delle grandi mete di pellegrinaggio, è stata creata l’associazione delle città santuario, il cui portale (www.villes-sanctuaires.com) racchiude una ventina di località, da Alençon (dove nacque Santa Teresa del Bambin Gesù e vissero i suoi genitori, i santi coniugi Martin) a Vezelay (la cui basilica romanica, dedicata a Santa Maria Maddalena, è anche tappa del Cammino di Santiago), passando per il principale santuario della Bretagna, ossia Ste-Anne d’Auray; il millenario monastero di Mont Saint-Michel; Paray-le-Monial (dove avvennero le apparizioni del Sacro Cuore a Santa Margherita Maria Alacoque) e naturalmente Lourdes, evidenziando per ciascun luogo le specificità artistiche e quelle religiose (www.gazzettadiparma.it, 9 gennaio).

LA RUTA MARIANA IN SPAGNA

Simile, ma focalizzata sulla devozione alla Madonna, la Ruta mariana (Rutamariana.com) disegna un itinerario tra la Francia, Andorra e la Spagna, che conduce da Lourdes a Meritxell, Torreciudad, Il Pilar e Montserrat.

STORIA E FEDE IN CANADA

Al di là dell’Atlantico, in Canada, all’indirizzo www.sanctuairesquebec.com la via che dal 2009 unisce patrimonio storico e fede, attraverso la Cattedrale di Notre-Dame de Québec, i santuari di Sainte-Anne-de-Beaupré e di Nostra Signora del Capo, l’oratorio di San Giuseppe di Mount Royal e l’eremo di Sant’Antonio. Al turista vengono fornite le indicazioni per organizzare il viaggio, cui si aggiungono informazioni su celebrazioni e preghiere, con intenzioni eventualmente inviabili anche online.

DA SANT’ANTONIO A SAN FRANCESCO

Sono numerosi i luoghi di culto che consentono di seguire le celebrazioni via webcam, nonché di mandare, tramite internet, intenzioni di preghiera assicurando che verranno portate sull’altare o davanti all’urna del santo lì venerato, dalla basilica di Sant’Antonio da Padova (www.santantonio.org) al santuario di San Francesco d’Assisi che trasmette messe e vespri su facebook, sino alla clausura del monastero della Visitazione di Treviso (www.monasterovisitazionetreviso.it).

DA PARIGI A MANITOBA

All’estero ci si può (virtualmente) spostare dalla Cappella della medaglia miracolosa di rue du Bac a Parigi ( www.chapellenotredamedelamedaillemiraculeuse.com) alla chiesa di San Giuseppe (www.bvmartyrshrine.com) a Manitoba, che accoglie le spoglie del beato vescovo martire Vasily Velichkovsky, annullando così virtualmente la distanza tra il Canada, dove è morto, e la lontana Ucraina, dove ha svolto il suo ministero.

LE CANDELE VIRTUALI

Tanti anche i siti che permettono di accendere candele virtuali, nella chiesa romana di Sant’Andrea delle Fratte (www.santandreadellefratte.it) come nella Cattedrale di Santiago de Compostela (https://velas.catedraldesantiago.es).

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni