Aleteia

Caravaca: la croce misteriosa trasportata da due angeli

Pedro Semitiel-CC
Condividi
Commenta

Un'apparizione miracolosa ha reso Caravaca de la Cruz un luogo universale

Un re arabo chiese a un sacerdote quale fosse il suo ufficio. Quando questi rispose che era celebrare la Messa, il re fece portare il necessario perché il sacerdote la potesse celebrare. Voleva soddisfare la propria curiosità e sapere in cosa consistesse quel rituale cristiano.

Il sacerdote disse che aveva bisogno di un crocifisso, e in quello stesso momento apparvero due angeli che, trasportando il “Lignum Crucis”, lo collocarono sull’altare. Si trattava di una reliquia della croce sulla quale era stato crocifisso Gesù e che originariamente apparteneva al primo patriarca di Gerusalemme.

Dopo quell’apparizione, il re del luogo e tutta la corte si battezzarono.

Il miracolo avvenne a Caravaca, un piccolo paese della zona di Murcia (Spagna), e oggi si commemora l’evento con l’apertura dell’Anno Giubilare. La sua immagine è diventata famosa a livello mondiale, e il reliquiario ha la forma di una croce patriarcale.

La Croce di Caravaca ha vissuto vari momenti devozionali nella storia. Durante l’invasione napoleonica è stata nascosta, e la Sacra Scheggia (non il reliquiario) è scomparsa nel 1934. Al termine della Guerra Civile spagnola, papa Pio XII ha concesso a Caravaca un nuovo “Lignum Crucis”.

LEGGI ANCHE: Perché portare una croce in tasca?

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni