Aleteia

I 10 “No” di Maria

josemdelaa
Condividi
Commenta

Per valorizzare il “Sì” che ha offerto al Signore, può essere utile riflettere su questi dieci “No”

“I giorni dal cielo chiaro non sarebbero così belli se non ci fossero quelli nuvolosi”, diceva mia madre, ed è vero. Se al mattino piove e soffia un vento gelido e il giorno dopo brilla il sole, ne siamo ancora più contenti ricordando il giorno precedente.

Può succedere anche in relazione alla Vergine Maria. Per valorizzare di più il “Sì” che ha offerto al Signore, può aiutarci la riflessione su questi dieci “No”:

1. NON ha posto condizioni. Sapendosi scelta per essere la Madre di Dio non ha chiesto nulla, non ha avanzato “però” né pretesti. Per accettare, le è bastato il suo desiderio di compiere la volontà divina.

2. NON si è vantata. Le ragazze della sua epoca anelavano ad essere la madre del Messia. Quando è stata scelta Lei, non si è creduta migliore delle altre, ma si è riconosciuta – e non era falsa modestia – serva del Signore.

3. NON ha divulgato la cosa. Non ha raccontato la notizia, né per darsi arie né per sfogarsi, a Giuseppe o ad altri. Ha saputo rimanere in silenzio, lasciando che tutto si sapesse quando e come Dio avesse voluto.

4. NON si è concentrata su se stessa. Non si è dedicata a riposare e a viziarsi. Quando ha saputo che sua cugina Elisabetta, che era anziana, era incinta, è andata in fretta ad aiutarla.

5. NON ha chiesto privilegi. Sapendo che avrebbero dovuto andare a registrarsi a Betlemme, avrebbe potuto chiedere a Dio di mandare un angelo per risparmiarsi il viaggio. Quando hanno dovuto fuggire in Egitto per colpa di Erode non ha proposto “Uccidetelo e lasciateci tranquilli”. Quando Gesù, a dodici anni, si è perso, non ha chiesto un “GPS” per localizzarlo, ma è andata a cercarlo. Non ha mai chiesto un trattamento “VIP” per evitare le difficoltà.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni