Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 24 Luglio |
Santa Brigida di Svezia
home iconSpiritualità
line break icon

L’uomo che decideva rinunciando per amore

padre Carlos Padilla - pubblicato il 20/12/16

Il suo silenzio è stato il passo più grande che ha compiuto in vita sua

San Giuseppe è il protagonista della Quarta Domenica d’Avvento: “Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto”. È la sua notte oscura. In mezzo alla notte dubita e ha paura. Non comprende. Vuole confidare ma non ci riesce. Non c’è spiegazione per ciò che è accaduto. Maria rimane in silenzio. Giuseppe la guarda negli occhi.

Comprendo la sua lotta umana. Il suo cuore si spezza. Che notte oscura! Quando tutto ciò in cui credi smette di essere evidente e non c’è nulla che sia chiaro. Solo silenzio di fronte a molte domande.

È notte. Giuseppe è solo davanti al cielo. Cosa si può fare? Deve denunciarla. È la Legge. Ma Giuseppe è buono. Ama Maria con purezza. Non può presentarla davanti a tutti come una peccatrice. Vuole proteggere il suo nome, il suo onore. Gli costa accettare che qualcuno pensi male di lei. Che la guardi con sospetto.

Penso a questa decisione tanto difficile. Così inizia il Vangelo di oggi. Non con un angelo, ma con una decisione umana presa in solitudine, nella notte dell’anima.

Mi stupisce la sua virilità. La sua integrità. La sua onestà. La sua verità. Il suo amore profondo per Maria. Quanto era buono Giuseppe! La sua bontà, la sua autenticità mi commuovono. Sicuramente Dio si è commosso davanti a Giuseppe.

Penso a quella donna che volevano lapidare perché adultera che Gesù ha salvato. Cosa sarebbe stato di Maria se Giuseppe l’avesse accusata? Ma Giuseppe non vuole far del male a Maria. Non può più vivere con lei per sempre come sognava. Quel figlio non è suo. E deve rinunciare all’amore della sua vita. Ai suoi sogni. A stare con lei.

Dubita? Teme? Confida? Forse un po’ di tutto questo. Maria era incinta. Che può fare? Decide di compiere un salto nella notte della sua anima. Vorrei prendere così le mie decisioni. Pensando a ciò che è meglio per l’altro e non a ciò che è meglio per me. Rinunciando per amore dell’altro. Pensando al suo bene.

È stata questa la misura di Giuseppe. Ha voluto il meglio per Maria. Non ha voluto la sua condanna. Quel silenzio di Giuseppe è stato il passo più grande che ha compiuto nella vita. Lo ha fatto senza comprendere. Lo ha fatto con un profondo dolore nell’anima.

E Dio non lo ha abbandonato. Lo ha riscattato nella sua caduta. Quando aveva rinunciato a tutto, Dio gli ha parlato.

Dio è così anche nella mia vita. Non mi delude mai. Mi viene incontro. La mia audacia lo commuove. Il fatto che rischi senza sapere bene le cose. Lo commuove che lo faccia per amore, prendendo come misura delle mie decisioni l’amore.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
avventopaternitàsan giuseppe
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
MEDJUGORJE
Gelsomino Del Guercio
L’inviato del Papa: l’applauso dopo l’Adorazion...
3
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
4
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
5
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
6
Carmen Hernández
Miguel Cuartero Samperi
Carmen Hernández: a cinque anni dalla morte un passo verso gli al...
7
FUNERAL
Arcidiocesi di San Paolo
Chi chiede una Messa per un defunto è obbligato a parteciparvi?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni