Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconSpiritualità
line break icon

Confessioni di un'ingrata

Dan Taylor-Watt CC

Anna O'Neil - pubblicato il 20/12/16

Il senso della gratitudine e l'importanza di essere grati

Prima del nostro matrimonio, il nostro sacerdote ci ha detto che dovevamo lavorare per mantenere la gratitudine al centro della nostra vita. Gratitudine nei confronti l’uno dell’altro, gratitudine verso Dio per il nostro matrimonio, per la nostra vita, per i figli che sarebbero arrivati, per tutto. Tutto è un dono, e non abbiamo diritto a niente.

Mia madre diceva sempre qualcosa di simile. Il trucco per uno splendido matrimonio, diceva, è che ciascuno dei coniugi sia estremamente generoso con l’altro. Per questo, se una delle parti era incline alla lamentela, si sentiva immediatamente un’ingrata, si vergognava e perdonava la parte responsabile dell’offesa. Anche se la lamentela era giusta, veniva completamente eclissata dalla generosità dell’altro. Come faceva lei a lamentarsi per i calzini sporchi di lui lasciati a terra quando lui era stato alzato tutta la notte per prendersi cura dei bambini con la febbre la settimana prima?

C’è una frase nella Messa che mi colpisce ogni domenica, che mi riporta alla mente la gratitudine proprio mentre sto iniziando a dimenticarla. È quando il sacerdote dice: “È veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza, renderti grazie sempre e in ogni luogo”. Colpisce perché è davvero semplice. So che è mio dovere ringraziare, ma è sorprendente pensare alla gratitudine come alla “fonte di salvezza”.

È la nostra salvezza? Dobbiamo essere grati? Posso riuscirci anch’io!

È quello che ho pensato l’altro giorno, quando mio marito, mio figlio ed io siamo rimasti coinvolti in un incidente automobilistico piuttosto serio. Il parabrezza si è rotto, c’era un forte odore di fumo e plastica bruciata e mi fischiavano le orecchie.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
confessionegratitudine
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
VITIGUDINO
Gelsomino Del Guercio
Prima brillante medico, poi suora: la bella s...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni