Aleteia

Gli 80 anni del Papa, auguri da Ratzinger e dai capi di Stato. La telefonata di Putin

Condividi
Commenta

Lui ricambia così, con un tweet da @Pontifex : «Vi ringrazio per il vostro affetto. Non dimenticatevi di pregare per me». Oggi, 17 dicembre 2016, da tutto il mondo arrivano gli auguri a papa Francesco per il suo 80° compleanno. Anche dal suo predecessore e da vari capi di Stato, tra cui Putin, che gli telefona.  

Il «buon compleanno» a Bergoglio è giunto in tutte le lingue. Durante la giornata, il Papa ha ricevuto telefonate e telegrammi da diversi leader mondiali. Sono arrivati via posta elettronica più di 70mila auguri di compleanno, provenienti da tutto il mondo. I più numerosi sono in lingua inglese, spagnolo, polacco e italiano. 

Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama invia i suoi migliori auguri, e degli americani, a papa Francesco in occasione dell’80mo compleanno, auspicando che l’esempio di umiltà del Pontefice sia guida per il mondo ed esprimendo particolare gratitudine per il sostegno del Vescovo di Roma alla normalizzazione dei rapporti tra Stati Uniti e Cuba. «Con le parole e con le azioni, papa Francesco ha ispirato la gente in tutto il mondo attraverso il suo messaggio di compassione, speranza e pace. Ci ha esortato a guardare noi stessi negli altri, a raggiungere chi è ai margini della società, ad avere misericordia e cura per il pianeta che condividiamo», si legge in una nota diffusa dalla Casa bianca, in cui Obama sottolinea inoltre il «grande onore nel ricevere sua Santità lo scorso anno e nel lavorare su cause comuni».  

Vladimir Putin telefona a papa Francesco per porgergli i suoi «auguri di compleanno». Lo fa sapere il Cremlino. Putin evidenzia l’enorme contributo del Papa «alle relazioni tra Russia e Vaticano, ora a un livello qualitativamente nuovo», riporta la Tass. Putin e il Papa si sono scambiati opinioni sulle questioni relative «alla protezione dei cristiani nelle aree dei conflitti regionali» e sull’importanza «del dialogo interreligioso costruttivo» così da preservare «i fondamenti morali nel mondo degli affari».  

Parole di festa a Francesco anche dal primate anglicano Justin Welby, sui social: «I miei più sentiti auguri e che Dio ti benedica», ha scritto Welby.  

A Francesco sono arrivate anche le felicitazioni del patriarca di Mosca Kirill. In un lungo messaggio pubblicato sul sito del Patriarcato, riperocorre la vita di papa Francesco «interamente legata – ha scritto – al servizio di Dio e della Chiesa». Kirill si rallegra nel notare «l’elevato grado di comprensione reciproca, che hanno raggiunto le relazioni bilaterali tra la Chiesa ortodossa russa e la Chiesa cattolica romana in questi ultimi anni, anche a causa della posizione di Vostra Santità» e parla dell’«indimenticabile» incontro a L’Avana nel febbraio di quest’anno, che «ha dato nuovo impulso al dialogo amichevole e alla cooperazione tra le nostre Chiese per il bene della pace, della giustizia, il rafforzamento dei valori morali nella società e per superare le differenze tra i cristiani». 

Il messaggio del presidente della Repubblicata italiana, Sergio Mattarella, inizia così: «Santità, la felice ricorrenza del Suo compleanno mi offre la gradita opportunità di rivolgerLe, a nome del popolo italiano e mio personale, i più sentiti e calorosi auguri». Mattarella ricorda come «il Giubileo straordinario della Misericordia, che si è da poco concluso, ha portato un messaggio di speranza e riconciliazione di formidabile intensità. Le visite di Vostra Santità in Africa, America Latina e Centrale, nel Caucaso e in diversi paesi europei – dall’isola di Lesbo alla Svezia – hanno contribuito a rafforzare il dialogo e i vincoli di fratellanza e solidarietà fra popoli e nazioni diverse». Ed è «proprio all’Europa – aggiunge – che la Santità Vostra ha ripetutamente ricordato l’esigenza di ritrovare le proprie radici, traducendo i valori di solidarietà che caratterizzano il nostro continente in coerenti politiche di accoglienza e apertura verso i più sfortunati, i migranti e tutti coloro che vivono, ai margini delle società, situazioni di abbandono. Visitando come Primate d’Italia le aree maggiormente ferite dal terremoto – sottolinea ancora il Presidente della Repubblica – Vostra Santità ha infuso nelle popolazioni duramente colpite nuova forza e sincera speranza nel futuro. L’Italia Le è grata per la Sua costante vicinanza, specie nei momenti di così grande dolore». 

Il Pontefice stamani ha ricevuto gli auguri affettuosi anche dal papa emerito, Benedetto XVI. Joseph Ratzinger li ha mandati attraverso un messaggio scritto e molto affettuoso che è stato particolarmente apprezzato. Poi, nel pomeriggio l’ha chiamato personalmente. Inoltre, Benedetto XVI ha fatto pervenire a papa Francesco tre doni che Jorge Mario Bergoglio ha ricevuto come tre segni molto personali e significativi per tutti e due.  

La giornata di papa Francesco sta trascorrendo con normalità, come già previsto, il Papa la vive con grande gioia. È stato particolarmente contento della presenza di tanti bambini e ragazzi partecipanti all’udienza concessa alla comunità di Nomadelfia. 

Condividi
Commenta
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni