Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 27 Giugno |
San Josemaría Escrivá de Balaguér
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

A 10 anni scrive una splendida poesia su come sia vivere con la Sindrome di Asperger

asperger

© Sonny Giroux

Hypeness - pubblicato il 07/12/16

I suoi genitori hanno pianto leggendola: “Siamo al contempo orgogliosi e tristi di sapere che si sente così"

La Sindrome di Asperger è un disturbo psicologico dello spettro dell’autismo, e chi ne soffre in genere presenta un comportamento ripetitivo e interessi ristretti, oltre a difficoltà di interazione sociale e comunicazione. Questi due ultimi aspetti complicano il rapporto tra i figli e i genitori, che non riescono a capire cosa stiano provando i bambini.

Benjamin Giroux, un bambino statunitense di 10 anni a cui è stata diagnosticata questa sindrome, ha scritto una bella poesia che ha aiutato la sua famiglia a capire meglio cosa gli succede. La poesia era parte di un compito scolastico, in cui le prime due parole di ogni verso venivano indicate dalla professoressa.

Il testo ha emozionato i genitori, che hanno deciso di diffonderlo perché altri familiari che devono far fronte a questo disturbo potessero leggerlo. L’Associazione Nordamericana per l’Autismo ha condiviso su Facebook il contenuto della poesia, che ha ottenuto più di 35.000 “Mi piace”.

Sonny, il papà del bambino, ha confessato che lui e la moglie hanno pianto leggendo la poesia. “Siamo rimasti al contempo orgogliosi e tristi sapendo che si sente così”. Leggete il testo nell’immagine o nella traduzione che riportiamo e ne capirete il motivo…

“Sono strano, sono giovane
Mi chiedo se anche tu lo sia.
Sento voci nell’aria
Capisco che a te non succede, e questo non è giusto.
Vorrei non sentirmi triste.
Sono strano, sono giovane,
Fingo che anche tu lo sia.
Mi sento un bambino nello spazio siderale,
Tocco le stelle e mi sento fuori luogo.
Mi preoccupo di quello che possono pensare gli altri,
Piango quando le persone ridono, mi fa sentire piccolo piccolo.
Sono strano, sono giovane,
E ora capisco che lo sei anche tu.
Dico che mi sento come un naufrago,
Sogno che un giorno tutto questo andrà bene.
Cerco di adattarmi,
Spero di riuscirci un giorno.
Sono strano, sono giovane”.

Tutte le foto © Sonny Giroux

[Traduzione dal portoghese a cura di Roberta Sciamplicotti]

QUI IL TESTO ORIGINALE

Tags:
autismobambinipsicologiatestimonianze di vita e di fede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni