Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 24 Settembre |
San Pio da Pietrelcina
home iconStile di vita
line break icon

Cosa fare quando vedi una persona che dorme per strada

geralt/pixabay

Aleteia Spagnolo - pubblicato il 06/12/16

Alcune considerazioni e consigli degli esperti

Se per strada hai notato una persona che dorme per terra, forse tra qualche cartone… sei già andato oltre l’indifferenza. Non sei andato avanti senza neanche vederlo! Ma se ti sei anche chiesto cosa poter fare per questa persona, arrivando a leggere questo articolo, vuol dire che oltre al senso di dispiacere provi anche una certa responsabilità. Bravo! Ecco alcuni modi per aiutare queste persone secondo gli esperti:

La Fondazione Arrels – che dal 1987 offre ai senzatetto alloggio, alimentazione, assistenza sociale e sanitaria – segnala 5 considerazioni da tenere a mente prima di intraprendere qualsiasi tipo di azione:

  1. Non si toglie una persona dalla strada dalla sera alla mattina.
  2. Non è una questione di ordine pubblico, ma di assistenza sociale. Non si può togliere una persona dalla strada con la forza.
  3. Non scoraggiarti se la persona non vuole subito abbandonare la strada.
  4. I membri delle varie organizzazioni sociali della città sicuramente conoscono già quella persona.
  5. È meglio offrire compagnia che denaro, ma agisci secondo i tuoi criteri.

Per iniziare, fa delle ricerche sui servizi pubblici o sulle organizzazioni caritative della tua città che si occupano di aiutare senzatetto (enti municipali, Caritas, servizi sociali, rifugi, mense, etc…).

Sii attivo:

  • Se vedi una persona che dorme per strada, potresti chiamare i servizi sociali competenti o gli enti che si occupano di erogare questo tipo di servizio.
  • Se vedi dei minori che di notte dormono per strada, chiama i servizi di emergenza.
  • Parla con la persona che vive per strada e dille che in città ci sono dei servizi di assistenza a cui poter chiedere aiuto.
  • Se la persona è restia a chiedere aiuto o non vuole parlare, potresti chiamare i servizi di emergenza ed esortarli a prestare visita.
  • Se vedi un senzatetto steso a terra e pensi che possa essersi sentito male, avvisa il pronto soccorso.

E, ancora una volta, impegnati attivamente. Ecco delle idee proposte da alcune persone che hanno vissuto per strada:

  • Sii pronto a parlare con queste persone. A volte un po’ di conversazione e prestare ascolto a chi vive per strada possono essere più utili che dare del denaro o cose materiali. Se sono sfuggenti, avvicinati con la scusa di condividere con loro del cibo. È un modo di rendersi visibile ai loro occhi.
  • Non è per niente facile dire se sia utile oppure no dare dei soldi a una persona che vive per strada. La Fondazione Arrels rimette la questione alla propria coscienza. I senzatetto con cui abbiamo parlato hanno detto che a loro è risultato molto utile, soprattutto per superare dei particolari momenti critici.
  • Condividi del cibo. I senza fissa dimora che abbiamo contattato hanno detto che anche questo è stato un grande aiuto per loro. Ma nel caso in cui la persona sta dormendo, è meglio non svegliarla.

Se una persona finisce per strada è perché tutto ciò che la sosteneva è venuto meno, dichiara la Fondazione Arrels. Nel processo che le ha portate a vivere nella strada, queste persone non hanno trovato il sostegno di cui avevano bisogno, nessuno le ha sapute aiutare. Ecco perché riuscire a tirare qualcuno fuori dalla strada non è qualcosa che si possa realizzare dalla sera alla mattina. Richiede del tempo, perché è una questione di intervento sociale, e non di ordine pubblico.


LEGGI ANCHE: Un mio gesto di carità ha scioccato mio figlio!


Interessati a queste persone, dà loro il tuo tempo, le tue energie, portale nel tuo cuore. Potrebbero nascere dei frutti – in loro, in te e in chi ti sta intorno – che forse non avresti mai neanche lontanamente immaginato.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Tags:
povertàsenzatettosolidarieta
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
5
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
6
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
7
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni