Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 15 Gennaio |
San Cleopa
home iconStile di vita
line break icon

Essere cattolici implica il rischio di perdere degli amici

Telas Chhe

Heather King - pubblicato il 28/11/16

Una vita cattolica radicalmente intensa può essere scioccante per chi preferisce il comfort di vivere superficialmente

Non molto tempo fa ho ricevuto un’e-mail che mi poneva delle domande:

“Come madre, educatrice, cattolica e donna nel mondo attuale, vorrei sapere un po’ di più della sua conversione. Ha perso degli amici? A volte non si sente strana? Io ho 43 anni e sono l’unica persona che conosco che vada a Messa una volta a settimana. Cosa posso fare per non scoraggiarmi?”

La mia risposta breve in questo tipo di situazioni è che dobbiamo scoprire cosa fa ardere il nostro cuore e poi perseguirlo con una determinazione ostinata. Per me, ad esempio, quello che funziona è scrivere.

La mia risposta lunga è che il cattolicesimo è una ricerca radicale della verità. Non ricordiamo abbastanza quanto costi la grazia. Non sentiamo parlare abbastanza di quanto sia mediocre seguire Cristo “più o meno”. La fede ci chiama a vivere nella miseria, ma ci chiama, chiaramente, a non possedere molto più di quello di cui abbiamo davvero bisogno. La fede ci invita alla povertà, alla castità e all’obbedienza. E quello che ho scoperto è che questi tre stadi di vita sono incredibilmente entusiasmanti e stimolanti! Ci danno un tipo di libertà e di “consapevolezza di essere” che è del tutto inesistente nella nostra cultura narcotizzante.

Personalmente, oppongo una decisa resistenza all’idea di essere “troppo occupata”. Penso che il tipo di occupazione valorizzato e desiderato dalla nostra cultura non sia opera di Dio. Certi tipi di media cattolici dicono che siamo quasi obbligati ad assistere a film stupidi e a programmi televisivi di cattiva qualità per poter affrontare le persone “come sono”, ma io non la penso così. Solo l’idea di perdere 10 minuti del mio tempo guardando un programma stupido per poter parlare di qualcosa con un “non credente” mi fa venire i brividi.

  • 1
  • 2
Tags:
amiciziacattolicesimo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Semplici scatti
Puoi chiamarle coincidenze ma sono carezze di...
Gelsomino Del Guercio
Etiopia, strage di cristiani nel Tigrai: dife...
SALVE REGINA
José Miguel Carrera
Un Salve Regina come non lo avete mai visto
Silvia Lucchetti
Silvia e Andrea: il nostro matrimonio stava c...
Alessandro Gisotti
Papa: prima di giudicare, guardiamoci allo sp...
FRA BENIGNO ESORCISTA
Chiara Ippolito
Il più commovente caso di liberazione: quando...
COVID
Gelsomino Del Guercio
Il prete: benedivo senza olio i malati gravi,...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni