Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

La lezione di allegria di Ana, diventata paraplegica a 8 mesi

Condividi

Per i genitori fu una notizia straziante, ma dovettero farsi forza ed aiutare la piccola Ana

I genitori Mario e Fernanda raccontano che per la piccola Ana Paula le sfide iniziarono inaspettatamente. Ad 8 mesi lo sviluppo della bella bimba era normale, stava già iniziando a gattonare.

Ma un giorno, quando Fernanda stava prendendo la figlia dalla culla, notò che il suo pianto era debole e il suo corpo sembrava “afflosciato”, “como uno straccio”.

Mario e Fernanda portarono subito Ana Paula in ospedale. La piccola aveva bisogno di un intervento chirurgico: non riusciva più a muovere le braccia, subì un arresto respiratorio ed ebbe un’emorragia che si accumulò attorno al midollo spinale, provocando una compressione. Questo insieme di fattori ha portato la piccola Ana a sviluppare una paraplegia.


LEGGI ANCHE: È rimasto paraplegico ma non smette di andare avanti


Fu un momento di totale disperazione.

Ma nonostante il trauma, bisognava andare oltre le lacrime e concentrarsi sulla cosa principale: aiutare Ana Paula.

Non fu facile. Non fu affatto facile. Tutti gli sforzi iniziali dei genitori furono inutili. Come lasciavano la bambina, così rimaneva. Non si muoveva per niente.

Propensi a cercare un aiuto più specialistico, i genitori ricorsero alla Asociación de Asistencia al Niño Discapacitado.

Nel video qui di seguito, presentato da Telethon 2016, Mario e Fernanda raccontano più in dettaglio la situazione di Ana dopo la paraplegia e come sta adesso, dopo aver iniziato una cura. Preparatevi, è semplicemente emozionante!

Ana Paula è una bambina molto speciale che non ha mai smesso di sorridere nonostante le grandi difficoltà affrontate dalla più tenera età. Ogni suo progresso è il risultato della sua voglia di lottare, e ogni piccolo miglioramento è un enorme passo avanti per lei, per i suoi genitori e per ogni essere umano che sta affrontando delle sfide e che ha bisogno di un sorriso di stimolo e di incoraggiamento.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.