Aleteia

La lezione di allegria di Ana, diventata paraplegica a 8 mesi

Condividi
Commenta

Per i genitori fu una notizia straziante, ma dovettero farsi forza ed aiutare la piccola Ana

I genitori Mario e Fernanda raccontano che per la piccola Ana Paula le sfide iniziarono inaspettatamente. Ad 8 mesi lo sviluppo della bella bimba era normale, stava già iniziando a gattonare.

Ma un giorno, quando Fernanda stava prendendo la figlia dalla culla, notò che il suo pianto era debole e il suo corpo sembrava “afflosciato”, “como uno straccio”.

Mario e Fernanda portarono subito Ana Paula in ospedale. La piccola aveva bisogno di un intervento chirurgico: non riusciva più a muovere le braccia, subì un arresto respiratorio ed ebbe un’emorragia che si accumulò attorno al midollo spinale, provocando una compressione. Questo insieme di fattori ha portato la piccola Ana a sviluppare una paraplegia.


LEGGI ANCHE: È rimasto paraplegico ma non smette di andare avanti


Fu un momento di totale disperazione.

Ma nonostante il trauma, bisognava andare oltre le lacrime e concentrarsi sulla cosa principale: aiutare Ana Paula.

Non fu facile. Non fu affatto facile. Tutti gli sforzi iniziali dei genitori furono inutili. Come lasciavano la bambina, così rimaneva. Non si muoveva per niente.

Propensi a cercare un aiuto più specialistico, i genitori ricorsero alla Asociación de Asistencia al Niño Discapacitado.

Nel video qui di seguito, presentato da Telethon 2016, Mario e Fernanda raccontano più in dettaglio la situazione di Ana dopo la paraplegia e come sta adesso, dopo aver iniziato una cura. Preparatevi, è semplicemente emozionante!

Ana Paula è una bambina molto speciale che non ha mai smesso di sorridere nonostante le grandi difficoltà affrontate dalla più tenera età. Ogni suo progresso è il risultato della sua voglia di lottare, e ogni piccolo miglioramento è un enorme passo avanti per lei, per i suoi genitori e per ogni essere umano che sta affrontando delle sfide e che ha bisogno di un sorriso di stimolo e di incoraggiamento.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni