Aleteia

Colombia, omicidio in chiesa mentre il vescovo celebra la messa

Condividi
Commenta

L’arcivescovo di Cali, in Colombia, ha denunciato in un comunicato l’omicidio di uno dei fedeli della parrocchia di Santa Cecilia proprio durante la celebrazione della messa per la festa della Patrona della parrocchia, la sera di martedì 22 novembre. Lo riferisce l’agenzia vaticana Fides.  

Non solo era presente tutto il quartiere di Ciudad Cordoba, dove si trova la parrocchia, ma anche molta gente dei luoghi vicini, arrivata per la grande festa della santa. Un uomo è entrato nel tempio e ha iniziato a sparare contro Fernando Padilla, parrocchiano di 35 anni, uccidendolo, a poca distanza dall’arcivescovo che stava pronunciando l’omelia. 

«Approfittare della riunione nelle chiese per uccidere un parrocchiano e creare terrore fra i fedeli, travalica ogni considerazione razionale… Purtroppo neanche il timore di Dio ferma l’assoluto disprezzo per la vita umana che ha radici nell’anima di vasti settori della nostra società colombiana», si legge nel comunicato inviato a Fides. 

«Questa dichiarazione la faccio come arcivescovo di Cali – prosegue il testo -, dopo aver vissuto a pochi metri dall’altare la sparatoria di uomini armati, che hanno fatto la loro vittima dentro la chiesa, uccidendolo, e mettendo in pericolo la vita di tutta una numerosa assemblea liturgica, che festeggiava la sua Santa Patrona». 

Due anni fa, nella stessa chiesa, furono assassinate altre due persone, e anche l’allora arcivescovo denunciò la violenza nei luoghi sacri.  

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni