Aleteia

10 splendide parole per sollevare il vostro spirito e forse cambiare argomento

Condividi
Commenta

Quando la conversazione prende una brutta piega, condividere questi bei termini potrebbe aiutare!

Siamo appena usciti da una lunga stagione politica piena di termini brutti e gridati e con solo un’infarinatura delle parole che dovrebbero elevare il nostro spirito. In questi mesi ho cercato intenzionalmente belle parole che trasmettessero gentilezza e mi aiutassero a gettarmi alle spalle il fastidio che provavo.

Ecco alcune delle mie parole preferite che mi hanno aiutato a tranquillizzare la mia mente ansiosa.

Evanescenza: scomparire lentamente; svanire; uscire gradualmente dal campo visivo. L’immagine associata in genere a questa parola sono le nuvole, soprattutto quelle mattutine, che rivelano i colori di un’alba e diminuiscono man mano che si intensifica la luce del giorno. Nel mio cuore c’è un senso di evanescenza quando l’intuizione – e l’illuminazione – dissipa qualsiasi cosa stia bloccando la carità.

Pullulare: emettere germogli o boccioli; esistere in abbondanza. Amo il modo in cui questa parola abbraccia l’essenza della vita vegetale. La natura non si limita a dare vita a una nuova realtà, ma lo fa in una pienezza ciclica. Spesso preghiamo e lavoriamo per diffondere l’amore di Cristo, e per farlo in un modo graduale, gentile e fruttuoso. Una bella immagine per l’evangelizzazione costante.

Liquefazione: sciogliersi. A certe specie di funghi accade una cosa affascinante: una volta che si sono pienamente sviluppati, usano i propri enzimi per disfarsi e liquefarsi per permettere alle loro spore – al loro seme, se volete – di svilupparsi. È una sorta di autosacrificio per favorire una nuova crescita. Vi suona familiare? Sì, è morire a se stessi – Giovanni 3, 30 dice qualcosa della chiamata a “liquefarci” nella nostra vita con Cristo.

Rombo: il rumore basso del tuono; il suono dell’attività sismica. A questo suono i nostri sensi si svegliano con un timore ansioso. Qualcosa di potente e possibilmente minaccioso si sta avvicinando a noi. Potremmo chiederci se la minaccia di una tempesta o i pericoli di un terremoto busseranno mai alla nostra porta. L’onda del suono ci ricorda la nostra fragilità e la grandezza di Dio, e la comparsa con un rombo dello Spirito Santo mentre gli apostoli erano chiusi nella sala superiore.

Fulgido: che brilla, radioso. Lucciole e meduse – e poche altre specie – contengono nel loro corpo elementi che li rendono bioluminosi. Creano luce! La mia preghiera nelle settimane a venire è che più persone tra noi mostrino una fede fulgida che crea luce perché gli altri possano vederla.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni