Aleteia
giovedì 22 Ottobre |
San Giovanni Paolo II
Cultura

La parola del Vangelo dallo Zambia

St. Ignatius Parish Youth Choir - pubblicato il 19/11/16

Nakula kutotela welesa wandi [Ringrazierò Dio]

Si chiamano ‘cantanti di Loyola’ a causa del patrono Sant’Ignazio di Loyola. Ma, ufficialmente, il nome di questo affiatato gruppo di giovani è “St. Ignatius Parish Youth Choir” e fanno parte della parrocchia di Sant’Ignazio di Lusaka, nello Zambia.

Tra i membri della parrocchia vi erano molti giovani pieni di talento, da qui è nata l’idea di formare il coro. Su 50 membri ne sono coinvolti più di 30. Il loro obiettivo è “diffondere il Vangelo della nostra salvezza attraverso Gesù Cristo”. Durante le preghiere e le attività parrocchiali lodano il Signore con energia, canzoni e musiche meravigliose. Parte del coro ha recentemente preso parte alla Giornata mondiale della gioventù in Polonia, in seguito al quale ha visitato diverse città della nazione europea. Le loro esibizioni sono state uno strumento per condividere la loro fede e la loro vitalità con il pubblico polacco.

Ma non cantano solamente.

I ‘cantanti di Loyola’ sono impegnati attivamente nei servizi di utilità pubblica. Quando visitano ospedali e prigioni danno da mangiare agli ammalati e cantano canzoni di consolazione ai detenuti. Tutto viene fatto nel nome del Signore, per condividere amore e annunciare la Buona Novella.

Nel video che vi presentiamo oggi, il coro canta durante la celebrazione della Messa in chiesa. La canzone è cantata in una lingua locale, Bemba, che è la lingua indigena più parlata nello Zambia. È anche diffusa nella Tanzania e nella Repubblica Democratica del Congo.

Traducendo le parole in italiano comprendiamo il messaggio in tutta la sua carica laudativa e di devozione. Ecco le parole della prima canzone, chiamata in Bemba ‘Nakula kutotela welesa wandi’, cioè ‘Ringrazierò Dio’:

‘Dio è potente; Lui mi ha dato un padre e una madre. Lo ringrazierò. Oh Dio, che io possa essere un tuo intimo amico. Loderò e ringrazierò Te, Dio mio. Glorificherò Te al mattino, al pomeriggio e alla sera. Dio mio, possa tu stare con me’.

Ma, oltre a provare a capire il testo, la cosa migliore da fare è guardare tutto il video!

Magda Jakubiak

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha ...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni