Aleteia
domenica 25 Ottobre |
Santi Crispino e Crispiniano
Spiritualità

Le strategie di Satana, Parte I: la tattica di Gezabele

padre Robert McTeigue, SJ - pubblicato il 16/11/16

Primo contributo di una serie sulla lotta spirituale: l'attacco satanico che sfrutta la nostra paura, la lussuria, le ferite e la tiepidezza

“Ma ho da rimproverarti che lasci fare a Iezabèle…” (Apocalisse 2, 20). Gezabele è un nome vilipeso nella Scrittura e nel corso della storia cristiana. I genitori non chiamerebbero la propria figlia Gezabele più di quanto chiamerebbero il figlio Giuda Iscariota. La vediamo come una regina idolatra in Israele nel primo e nel secondo Libro dei Re, mentre nell’Apocalisse viene denunciata come profetessa falsa e seducente. Cosa rappresenta questa donna?

Al di là della sua identità storica nell’antico Israele, Gezabele è diventata un archetipo, ovvero un modello, uno standard, di malvagità – nella fattispecie seduzione, manipolazione, idolatria e omicidio. Rappresenta l’odio nei confronti dell’autentica profezia e dell’autorità religiosa. In quanto tale, Gezabele è un nome umano per una strategia satanica – una strategia che dipende dalla nostra paura, dalla nostra lussuria, dalla debolezza e dalla tiepidezza. Studiare questa strategia, notando dove, come e perché funziona, è il primo passo per sconfiggere quel disegno malvagio.

Sant’Ignazio di Loyola, definendo Satana “il nemico della nostra natura umana”, lo paragona a un generale che si prepara ad assediare una fortezza e attacca dal lato più debole. Allo stesso modo, Satana “studia da tutte le parti le nostre virtù teologiche, cardinali e morali. Dove ci trova più deboli e più bisognosi riguardo alla nostra salvezza eterna, lì attacca e cerca di conquistarci”.

LEGGI ANCHE:Quei poteri di Satana che possono essere scambiati per doni dello Spirito Santo

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
debolezzadiavolopeccatipentimentosant'ignazio di loyolaseduzione
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
POPE FRANCIS AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
La fake news sul Papa che giustifica le union...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni