Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 30 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconStile di vita
line break icon

I 5 “Sì” e i 5 “No” per aiutare un bambino a superare un capriccio

ciadefoto-cc

El cerebro del niño - pubblicato il 16/11/16

NON prendete il capriccio come qualcosa di personale.

Il figlio è il vostro, ma il suo capriccio no. Non pensate di poter controllare il suo capriccio, perché nella maggior parte dei casi non è così. Un buon obiettivo è che non si senta solo e che si calmi. Richiedere a voi stessi di essere in grado di controllare i capricci di vostro figlio può far aumentare la vostra frustrazione e il problema. Se c’è un modo per risolvere il capriccio, passa sicuramente per il fatto di essere capaci di trasmettere la propria calma al bambino, quindi rimanete tranquilli. Sapere che il problema è del bambino e non nostro in genere aiuta i genitori a prendere le cose con più calma.

SÌ, potete spiegare al bambino il motivo del vostro rifiuto.

In genere non dà grandi risultati, perché il problema non deriva dal fatto che il bambino non capisca la situazione, ma dalla sua difficoltà a dominare le sue emozioni, ma a volte funziona, e se è così è il modo più rapido e tranquillo di porre fine al capriccio, e quindi vale la pena di provarci. Sia voi che vostro figlio vi risparmierete un bel dispiacere.

NON perdete il controllo e non arrabbiatevi con vostro figlio.

Sarebbe poco intelligente pensare di aiutare un bambino piccolo ad acquisire il controllo sulle sue emozioni perdendo quello sulle vostre. Arrabbiarvi non farà altro che spaventare il piccolo, facendo sì che la sua frustrazione aumenti e il capriccio peggiori.

NON afferrate o trattenete il bambino.

Le grida e i calci sono il modo naturale che ha il cervello del bambino per scaricare la tensione emotiva e calmarsi. Se cercate di trattenerlo impedirete questo meccanismo naturale e non farete altro che far frustrare e arrabbiare ancor di più vostro figlio.

SÌ, potete lasciargli spazio e tempo perché si esprima liberamente.

Non bisogna mai ignorarlo; dobbiamo essere presenti, accanto a lui, perché sappia che siamo al suo fianco e che ci importa di come si sente. Il capriccio non è un ricatto, ma un problema del bambino, e anche se cercare di controllarlo o di trattenerlo non funziona dobbiamo rimanere al suo fianco. Voltargli le spalle lo renderà solo più nervoso.

NON assillate il bambino e chiedetegli varie volte di calmarsi.

Se continua ad essere molto arrabbiato probabilmente ha bisogno di più tempo.

NON fatelo vergognarecon frasi come “Il signore del negozio ti sta guardando”, “Quanto è brutto quando ti arrabbi” o “Guarda quanto è tranquillo tuo fratello”. I paragoni aumenteranno solo la frustrazione del bambino.

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
bambinicapriccieducazione
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Timothée Dhellemmes
Seconda ondata di Covid: in Europa il culto c...
Lucandrea Massaro
Sale il numero di morti nell'attentato di Niz...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
ERIN CREDO TWINS
Cerith Gardiner
“Dio ha senso dell'umorismo”: coppia di genit...
EMILY RATAJKOWKSI
Annalisa Teggi
Emily Ratajkowski: scoprirò il sesso di mio f...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni