Aleteia
martedì 29 Settembre |
Santi Arcangeli
Stile di vita

I 5 “Sì” e i 5 “No” per aiutare un bambino a superare un capriccio

ciadefoto-cc

El cerebro del niño | Wed Nov 16 2016

Vi siete sentiti impotenti al momento di controllare l'ira di vostro figlio? Ecco qualche consiglio...

Gridare a un bambino che sta facendo i capricci o cercare di controllarli a base di arrabbiature è poco efficace quanto arrabbiarsi con un neonato che si è fatto la pipì addosso. Il bambino che si arrabbia non lo fa per sua volontà, anzi; le strutture cerebrali che permettono di dominare le sue emozioni non sono ancora sufficientemente sviluppate.

Il bambino non è capace di controllare la frustrazione da sé (per quanto i genitori lo sgridino, lo ridicolizzino o lo minaccino). I capricci sono una componente normale e naturale del suo sviluppo. Per questo l’azione dei genitori consiste non nel chiedere al bambino di controllarsi da solo (perché non può), ma nell’aiutarlo a calmarsi, a capire e a superare la sua frustrazione.

Non tutti i bambini fanno i capricci, né in tutti durano la stessa quantità di tempo o si verificano con la stessa frequenza. E non tutti i capricci devono finire col bambino che accetta il rifiuto dei genitori. A volte, se la richiesta è legittima, i genitori possono cedere (il bambino deve anche imparare che lamentele e insistenza a volte hanno il loro premio). Per le situazioni in cui si decide di rimanere saldi in una decisione, bisogna sapere che non ci sono formule magiche per fermare i capricci.

Ci sono però cinque atteggiamenti dei genitori che possono aiutare il bambino a calmarsi,aiutandolo a superare il brutto momento e a imparare ad acquisire il controllo sulle sue emozioni, e altri cinque atteggiamenti che possono provocare esattamente l’effetto contrario. Purtroppo molti genitori ricorrono agli atteggiamenti meno efficaci, facendo sì che il capriccio del bambino acquisti ancora più forza, e finiscono per sentirsi frustrati come il protagonista del capriccio stesso.

Per evitare che succeda anche a voi, ecco i cinque Sì e i cinque No che vi aiuteranno a lavorare con i vostri figli per calmare i loro capricci. Seguendo queste indicazioni eviterete di peggiorare le cose e li aiuterete ad acquisire il controllo delle loro emozioni.

LEGGI ANCHE: 10 messaggi sbagliati dei genitori

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
bambinicapriccieducazione
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: "Ho visto i ...
HOLDING HANDS
Comunità Shalom
Il demonio non sopporta che gli sposi si amin...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
LUXOR FILM FESTIVAL
Zoe Romanowsky
Un filmato potente di appena un minuto sul ma...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
LORELLA CUCCARINI,
Silvia Lucchetti
Lorella Cuccarini accusata di omofobia: la su...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni