Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 04 Febbraio |
San Giuseppe da Leonessa
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

3 miti sul matrimonio smontati uno ad uno

miti domande matrimonio

NATALIA BIAŁOBRZESKA - pubblicato il 14/11/16

Un figlio non é la colla che ripara una relazione difficile, né tantomeno è una ghigliottina che tronca la nostra felicità

Probabilmente alcuni detti popolari devono essere nati “dopo qualche bicchierino di troppo”, diffondendosi per qualche strana ragione e venendo poi accettati come verità indiscussa. Come “la mamma ha sempre ragione” o “la nonna non si discute”.

Qui di seguito ci sono tre miti sul matrimonio su cui va fatta assolutamente chiarezza.

1. Nei matrimoni felici non si litiga

couple-in-crisis
wavebreakmedia

Ho ascoltato quest’assurdità così spesso, prima di sposarmi, che stavo quasi per crederci. Non riuscivo a dormirci la notte. Il mio uomo non è perfetto, ha pregi e difetti. Stesso discorso per me. È inevitabile, a volte perdiamo le staffe.

Le Sacre Scritture dicono: “Nell’ira, non peccate; non tramonti il sole sopra la vostra ira”.

Il Papa dice: “Nel matrimonio si litiga anche e.. volano i piatti. Io do sempre un consiglio pratico: litigate fin che volete, ma non finite la giornata senza fare la pace”.

E io dico: non è importante come inizia un litigio, bensì come finisce. Che la sfida di andare d’accordo nell’unione coniugale sia una riconciliazione fatta di passione!

Lo psicologo John Gottman (esperto in conflitti relazionali) ha formulato il principio del rapporto 5:1 secondo cui a ogni critica deve essere compensata da cinque piaceri.

In altre parole, la riconciliazione deve essere come una ciambella al burro, ripiena di deliziosa marmellata: dovete mangiarla insieme e gustarvela.


LEGGI ANCHE: Come mio marito ed io abbiamo imparato a litigare bene

2. Dopo le nozze non c’è più vita sessuale 

happy old couple
shutterstock

Non per vantarmi ma, siccome ho deciso di rimanere casta fino al matrimonio, dopo essermi sposata faccio sesso il 100% in più di prima! Con questa battuta voglio soltanto alleggerire l’atmosfera. Il punto è che questo mito vorrebbe che una volta sposati si finisca con l’uscire di testa dalla noia, consumandosi lentamente. No, non stanno così le cose, sebbene non tutti i casi siano uguali.

Da un punto di vista soggettivo posso dire che la nostra vita sessuale, anno dopo anno, è fatta sempre più di comprensione reciproca, affetto e vicinanza.

Da un punto di vista oggettivo, invece, faccio notare che degli scienziati scandinavi hanno analizzato la vita sessuale in coppie formali e nelle relazioni informali: gli studi hanno dimostrato che i primi hanno più frequentemente relazioni sessuali, caratterizzati inoltre da un maggior senso di sicurezza. Arrossisco al pensiero di raggiungere le nozze d’oro!


LEGGI ANCHE: La sessualità nel matrimonio cristiano è meravigliosa


3. Fare un bambino è il modo migliore per superare una crisi

pexels-photo
Roman Pohorecki

In realtà con un figlio finisce la pacchia. Seppur rappresenti un paradosso, questo modo di pensare è abbastanza comune.

La scena è la seguente: c’è una coppia senza figli, che non passa un momento particolarmente sereno. All’improvviso l’idea geniale: facciamo un figlio!

Perché tutti sanno che i neonati fanno peti alla fragranza di lavanda, si svegliano solo per mangiare e poi dormono beati tra le braccia della madre (perfettamente truccata). La coppia spera che quei chili in più possano fungere da collante e sanare definitivamente la relazione.

Ma poi nasce un alter ego di Mr. Bean, che è da subito fonte di preoccupazioni per i genitori. E, giorno dopo giorno, rompe i loro piani idilliaci. Intanto la crisi non è affatto risolta, anzi, aumenta a dismisura.

E purtroppo l’accusato numero uno è proprio il bambino!

Non viaggiamo più, perché c’è il bambino. Non andiamo a trovare gli amici, perché c’è il bambino. Non faccio sport, perché c’è il bambino. Non ho tempo per sviluppare le mie passioni, perché c’è il bambino. Non parliamo più come coppia, perché c’è il bambino. Non facciamo l’amore, perché c’è il bambino.

Un figlio non é la colla che ripara una relazione difficile, né tantomeno è una ghigliottina che tronca la nostra felicità. Un figlio significa vivere un cambiamento.

E come sopravviviamo a questa circostanza dipende da noi e dal nostro livello di maturità. Per consolarvi voglio aggiungere però che il modo migliore di diventare maturi… è facendo pratica!


LEGGI ANCHE: 13 verità sul matrimonio che nessuno racconta


E voi, quale altro mito sul matrimonio conoscete? Condividetelo con noi nei commenti in fondo.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Tags:
amorefamigliafiglilitigarematrimoniorelazionesessualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni