Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 05 Febbraio |
Sant'Agata
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

9 domande e risposte bibliche fondamentali sulla Vergine Maria

web-virgin-mary-statue-david-salafia-cc

David Salafia-cc

Fray Nelson Medina - pubblicato il 14/11/16

Rispondendo ai nostri fratelli non cattolici

I nostri fratelli non cattolici ci interrogano continuamente sulla nostra venerazione per Maria, e in questa sede riassumiamo le domande più frequenti.

1.- Chi è la Vergine Maria?

Maria è la donna scelta liberamente da Dio tra tutte le donne, e “piena di grazia” (Luca 1, 28), per una missione unica e irripetibile: lo Spirito Santo è sceso su di lei e il potere di Dio l’ha coperta con la sua ombra (Luca 1, 35), di modo che, pur essendo vergine (Luca 1, 27.34), ha generato un figlio, “chiamato Figlio di Dio” (Luca 1, 35).

Se attraverso Eva il peccato è entrato nel mondo, ora, attraverso la fede, l’obbedienza e l’amore di Maria, è giunto a noi Cristo, nostra salvezza.

2.- La Vergine Maria ha avuto altri figli?

I Vangeli menzionano quattro “fratelli” di Gesù: Giacomo, Giuseppe, Giuda e Simone, ma non sono mai chiamati figli di Maria. La parola ebraica “aja”, fratello, si utilizzava per indicare zio, cugino, nipote, parente. La traduzione corretta è “parenti di Gesù”. Nella Bibbia abbiamo alcuni esempi di questo.

In Genesi 13, 8 si menziona Lot come fratello di Abramo, e tuttavia erano zio e nipote (Genesi 12, 5).

In Marco 15, 40 si nominano Giuseppe e Giacomo come figli di una Maria.

In Giovanni 19, 25 si chiarisce che questa Maria era sorella della Madre di Gesù. Giacomo, Giuseppe, Giuda e Simone, quindi, erano cugini, parenti di Gesù, come si può perfettamente dimostrare: figli di Maria (moglie) di Alfeo, o Taddeo, in greco.

3.- Perché la Chiesa chiama Maria Madre di Dio?

Elisabetta, piena di Spirito Santo, ha detto: “A che debbo che la madre del mio Signore venga a me?” (Luca 1, 39-45.) La parola greca per definire Signore utilizzata da Elisabetta è “Kyrios”, la stessa che si usa per tradurre “Adonai” (Signore) nell’Antico Testamento.

Quando una persona parla davvero sotto l’unzione dello Spirito Santo, è Lui a parlare, poi è stato lo Spirito Santo stesso a chiamare Maria Madre di Dio.

LEGGI ANCHE:Come eseguire la consacrazione personale alla Madonna?

4.- Perché la Chiesa afferma che la Vergine Maria è nata senza peccato?

Gesù viveva sotto la Legge, nella quale il peccato veniva trasferito dalla madre (Salmo 51, 7). Gesù NON può avere peccati, quindi, per il potere di Dio, Maria è stata preservata dal peccato per via della sua maternità.

Un’altra cosa. La parola greca che si traduce come “piena di grazia” è “kejaritomene”, e la grazia è l’assenza del peccato.

La Bibbia, che parla tanto chiaramente del peccato di Pietro o di quello di Paolo, gli apostoli, non parla mai di peccato né quindi di conversione in Maria.

5.- I cattolici adorano la Vergine Maria?

Noi cattolici non adoriamo Maria. La Chiesa non cessa di proclamare che noi onoriamo Maria come lo faceva Gesù, e la proclamiamo benedetta, compiendo la profezia della Bibbia (Luca 1,48), ma l’adorazione è unica, propria ed esclusiva di Dio.

6.- Perché la Chiesa cattolica chiama Maria Regina?

“Chi si umilia sarà esaltato”, dice la Sacra Scrittura. Maria si umilia come serva (Lc 1, 38), e Gesù la esalta trasformandola nel contrario, ovvero in Regina.

Nel primo Libro dei Re si dice che nel regno di Davide la madre del re siede alla destra del re. Gesù è Re (Giovanni 18, 37), è erede del regno di Davide (Luca 1, 32), e quindi il posto di Maria è un trono alla destra di suo Figlio, che è Re.

Cosa c’è di strano in tutto questo? Forse San Paolo non dice che “se con lui perseveriamo, con lui anche regneremo” (2 Timoteo 2, 12)? Perché escludere Maria da questo versetto?

7.- Perché i cattolici recitano il rosario se non è descritto nella Bibbia?

Forse non c’è preghiera più biblica del rosario. Tutti i misteri sono nella Bibbia, come anche il Padre Nostro e la prima parte dell’Ave Maria. Il rosario è una preghiera più biblica di tante che si recitano in alcune chiese.

Quanto alla ripetizione, il Vangelo (Marco 14, 39) dice che Gesù ripeteva molte volte la stessa preghiera. Il rosario è una meditazione in una preghiera.

8.- Perché i cattolici pregano Maria se è morta?

Lo chiedono anche molti fratelli separati (evangelici, testimoni di Geova, avventisti…).

In Giovanni 2, 1-12, Maria ha dimostrato il suo potere di intercessione. Maria intercede presso Gesù per tutti noi, come un pastore evangelico può pregare per un malato. Maria chiede per tutti noi. “Ma Maria è morta…”, insistono. No! Questo è del tutto falso! In Luca 20, 38 si dice che “Dio non è Dio dei morti, ma dei vivi”. Nell’Apocalisse, che loro chiamano Rivelazione, le anime gridano a Dio, anche dopo aver abbandonato questo mondo. Dopo la cosiddetta “morte”, c’è una vita eterna. È questo che leggiamo nella Legge, e questi sono gli insegnamenti della Bibbia cristiana: vita eterna per l’anima; con la sorte che ciascuno cerca, e non solo per la sua fede, ma soprattutto per le opere che compie: “O non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non illudetevi: né immorali, né idolàtri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il regno di Dio” (1 Corinzi 6, 9-10)

“Poiché io vi dico: se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli” (Matteo 5, 20).

In Luca 16, 19-31, il ricco si rivolge ad Abramo (non sono morti!), pregandolo di inviare Lazzaro ad avvertire i suoi cinque fratelli (Luca 16, 27-28), e vediamo che questi potrebbe avvisare e aiutare quelli di questo mondo. La vita continua.

E se un morto già condannato, quel ricco egoista, poteva interessarsi della salvezza dei suoi fratelli, non potrà farlo Maria, la Piena di Grazia?

9. Maria è stata sempre Vergine?

Risulta strano che tanti fratelli evangelici abbiano tanta reticenza a riconoscerlo, perché i fondatori del protestantesimo, sostenitori della “Sola Scriptura” – Martin Lutero, Giovanni Calvino e Zwingli -, riconoscevano la verginità perpetua di Maria come insegnamento biblico e così l’hanno trasmesso. Lutero, già protestante, la chiama nel suo catechismo la Sempre Vergine Maria.

Ed è logico. È biblico. Esaminiamo la risposta di Maria all’angelo: “Com’è possibile? Non conosco uomo”.

L’angelo le parla del fatto di diventare madre. Domanda: come diventa madre una donna sposata? Risposta: avendo rapporti intimi con il marito. E allora che senso ha la domanda che pone Maria?

Perché una donna che pensa di avere rapporti con il suo legittimo sposo dovrebbe domandare come diventerà madre? L’unica spiegazione è che in un modo che può sembrarci difficile da capire ma che è biblico e reale sarebbe rimasta vergine, per disegno divino, senza dubbio, e anche per sua decisione.

Fratelli! La Bibbia non serve per discutere ma per edificare (2 Timoteo 2, 23-24.) Nessuno dà Gloria a Dio togliendo onore a Maria, perché l’Onore di Maria è la gloria di Dio. Maria non è morta, vive accanto a suo Figlio e accanto al Padre. Amate Maria ed ella vi porterà dal Gesù che tanto cercate. Ella lo conosce molto bene: lo ha portato dentro di sé, lo ha nutrito e lo ha curato.

Nessuno conosce Gesù più di Maria.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

LEGGI ANCHE:5 punti chiave per conoscere e amare Maria

Tags:
madonnasanto rosariospirito santovergine maria
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni