Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 24 Gennaio |
San Francesco di Sales
home iconStorie
line break icon

Magic Johnson e il suo ringraziamento a Dio “festeggiando” i 25 anni con l'Aids

Instagram magicjohnson

Esteban Pittaro - pubblicato il 11/11/16

“Dio ti fa affrontare le sfide per farti capire il suo potere e il suo proposito nella vita per te”

Per il mondo dello sport fu un colpo inatteso, che segnò un “prima” e un “dopo”. L’Aids era una malattia temuta, che apparentemente riguardava solo i tossicodipendenti e gli omosessuali, e anche se aveva colpito il mondo della musica e del cinema, se un personaggio pubblico la contraeva e lo annunciava vedeva la fine della sua carriera e presumibilmente della sua vita.

Earvin “Magic” Johnson, probabilmente uno dei cinque cestisti migliori della storia, ha provato questo nel 1991, esattamente 25 anni fa.

Gli rimaneva una speranza: rappresentare il suo Paese e giocare in squadra con Michael Jordan e Larry Bird in quello che sarebbe stato il Dream Team di Barcellona 1992. Nient’altro.

Il mondo dello sport si è dimostrato all’altezza della situazione. Né i tifosi né i suoi colleghi gli hanno voltato le spalle, e le imprese non lo hanno abbandonato. La vita di Johnson, che si era appena sposato e aspettava il suo primo figlio, ha dovuto ricominciare daccapo. La sua famiglia, la sua forza di volontà, il suo lavoro per aumentare la conspevolezza sulla sua malattia e sui farmaci antiretrovirali e, come ha confessato egli stesso in una lettera pubblicata in questi giorni, Dio, hanno permesso che la “magia” non si spegnesse. Johnson ha partecipato anche ad alcuni incontri ufficiali nel 1996, e la sua vita è diventata un speranza per molte persone che devono convivere con questa malattia.

In una lettera intitolata “La vita continuerà per me. La vita dal 7 novembre”, pubblicata sui suoi siti Internet, la star dei Lakers scrive che quella data per lui “è una celebrazione della vita, una celebrazione che alcuni 25 anni fa pensavano fosse una sentenza di morte. È una celebrazione di tutto quello che ho passato finora”.

“Dio ti fa affrontare le sfide per farti capire il suo potere e il suo proposito nella vita per te. La vita avrà alti e bassi, ma è l’umiltà che dimostri nei momenti buoni e la resilienza in quelli cattivi che ti fanno diventare quello che sei. Questa è una celebrazione di questi momenti!”, ha scritto.

  • 1
  • 2
Tags:
aids
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
4
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
7
LIBBY OSGOOD
Sandra Ferrer
Libby Osgood, la scienziata della NASA diventata suora
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni