Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 02 Dicembre |
Beato Charles de Foucauld
home iconNews
line break icon

Parolin: auguri a Trump, lavori per la pace nel mondo

Gage Skidmore

Iacopo Scaramuzzi - Vatican Insider - pubblicato il 09/11/16

Il cardinale Segretario di Stato e la polemica con il Papa sui migranti: si dice che altro è essere candidati, altro presidenti

Auguri a Donald Trump, rispetto per il processo democratico statunitense, l’auspicio che il nuovo presidente lavori a servizio della sua patria ma anche del benessere e della pace nel mondo. È il commento a caldo del cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano, che, a chi domanda della polemica sui migranti tra l’allora candidato repubblicano e Papa Francesco di ritorno dal Messico (”Chi vuole costruire muri non è cristiano”), risponde: «Si dice che altro è essere candidato, altro essere presidente…»

«Prima di tutto prendiamo nota con rispetto della volontà espressa dal popolo americano con questo esercizio di democrazia, che mi dicono sia stato caratterizzato anche da una grande affluenza alle urne», ha detto Parolin a margine dell’inaugurazione dell’anno accademico della Pontificia Universitá Lateranense. «E poi facciamo gli auguri al nuovo presidente perché il suo governo possa essere davvero fruttuoso e assicuriamo anche la nostra preghiera perché il Signore lo illumini e lo sostenga al servizio della sua patria, naturalmente, ma anche a servizio del benessere e della pace nel mondo. Credo che oggi c’è bisogno di lavorare tutti per cambiare la situazione mondiale, che è una situazione di grave lacerazione, di grave conflitto».

Quanto alla polemica col Papa sugli immigrati che dal Messico entrano negli Usa, nei mesi scorsi, «vedremo come si muove il presidente. Normalmente dicono: altro è essere candidato, altro è essere presidente, avere una responsabilità… E mi pare che in questo senso, anche da quello che ho sentito, anche se non ho approfondito molto, il futuro presidente si è già espresso in termini di leader … Poi sui temi specifici vedremo quali saranno le scelte e in base a quelle si potrà dare anche un giudizio. Mi pare prematuro dare giudizi».

QUI L’ORIGINALE

Tags:
cardinale pietro parolindonald trumpelezioni presidenziali
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
Aleteia
Foto incredibili di santa Teresa di Lisieux s...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PIAZZA SPAGNA
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco sceglie la prudenza, niente pi...
MESSA NATALE
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale in sicurezza, i vescovi itali...
Silvia Lucchetti
Remo Girone e la fede ritrovata dopo la malat...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni