Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 26 Gennaio |
Santi Timoteo e Tito
home iconNews
line break icon

3 cattive abitudini che rendono la tua vita meno sana

L'hò-CC

Francisco Vêneto - pubblicato il 04/11/16

Se obblighi il cervello a lavorare più del necessario, non sorprenderti di essere stressato!

Molte nostre azioni quotidiane hanno delle conseguenze dirette sull’umore, sulla produttività, sulla qualità del riposo, sul nostro benessere. È difficile cambiare i propri modi di fare, soprattutto se sono diventati delle vere abitudini. Ma se vogliamo migliorare sul serio la qualità della nostra vita, è fondamentale rivedere alcuni comportamenti sbagliati che poniamo in essere ogni giorno.

Ecco 3 abitudini dannose che sono contrarie ai nostri ritmi naturali e che vanno corretti il prima possibile:

1 – La luce blu ha una lunghezza d’onda corta: metti via lo smartphone prima di addormentarti!

web-computer-bed-man-rommel-canlas-shutterstock_192354587
Rommel Canlas/Shutterstock

La nostra società, sempre più artificiale, tende a non prestare attenzione ai nostri ritmi naturali. E questo è purtroppo vero sia a lungo termine che nella vita di tutti i giorni. Tuttavia le conseguenze dicono chiaramente che questi ritmi non vanno ignorati. Non possiamo comandare l’ordine naturale (sebbene non poche persone ritengano di avere il dominio sulla natura…).

Uno degli elementi della natura che cambiano con maggiore evidenza, nell’arco della giornata, è la luce.

Hai sentito parlare della luce blu a lunghezza d’onda corta? I raggi del sole contengono un’alta concentrazione di questo tipo di luce. Quando esponiamo ad essa i nostri occhi, l’organismo interrompe la produzione di melatonina, cioè dell’ormone che regola il sonno, e facciamo fatica ad addormentarci.


LEGGI ANCHE: Sei ossessionato dal telefonino? Scoprilo rispondendo a queste 4 domande


Quando, verso la fine del pomeriggio, i raggi del sole non hanno più questo tipo di luce, succede la cosa opposta: il nostro corpo torna a produrre melatonina e di conseguenza avvertiamo sonnolenza. Durante la notte, quando i raggi del sole non ci raggiungono affatto, il nostro cervello lavora sapendo che non dobbiamo essere esposti alla luce. Ed è in questo momento che, se forziamo il nostro corpo ad interrompere la produzione di melatonina, avviene una sensibile alterazione dell’umore, del livello di energia e della qualità del sonno.

Molti dispositivi che usiamo continuamente – come gli smartphone, i notebook e i tablet – emettono la luce blu di cui parlavamo prima, che arriva direttamente agli occhi. E come cambia la produzione di melatonina quando siamo esposti a questa luce? La produzione si interrompe, interferendo con il sonno. E questa esposizione innaturale, se prolungata, può avere conseguenze sulla salute. Quindi sarebbe opportuno iniziare a rispettare di più i nostri ritmi naturali.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
cervellostile di vitastress
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
4
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
5
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
6
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
7
WOMAN,OUTSIDE,BORED
Gelsomino Del Guercio
Soffri di accidia? Scoprilo e segui i rimedi di un monaco del IV ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni