Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 31 Gennaio |
San Giovanni Bosco
Aleteia logo
Stile di vita
separateurCreated with Sketch.

6 consigli per la guarigione interiore dopo una relazione naufragata

girl-sad-tea-window

Morsa Images | Getty Images

Christine Stoddard - For Her - pubblicato il 03/11/16

Lasciarsi può essere devastante. Ecco alcuni suggerimenti per affrontare questo momento delicato

Una tuta, una confezione intera di gelato e una maratona di commedie sentimentali: questa è lo stereotipo del comportamento che si ha quando la propria relazione finisce male. Ci siamo passati un po’ tutti, no? Sebbene queste cose possano dare un po’ di sollievo nell’immediato, non riusciranno a guarire le ferite interiori. Quando ci sentiamo giù è importante fare ordine dentro noi stessi, anche se tutto ciò che vorremmo fare è dimenticare il mondo e guardare un altra volta Notting Hill.

Ma fare ordine dentro di noi non è facile. Non lo è neanche nei giorni più spensierati e potrebbe essere necessario un aiuto. Abbiamo dunque chiesto il parere di alcuni nostri fidati esperti: Suzanne Fisher, un ministro interconfessionale di Richmond, in Virginia; David Routt, un consulente per professione nonché laico impegnato nella sua parrocchia a Caldwell, nell’Idaho; ed Audrey Hope, direttore spirituale a Los Angeles. Ciò che queste persone hanno condiviso con noi ti aiuterà a superare in modo sano la tua afflizione.

1. Chiedi perché alla persona in questione, e considera ciò che hai imparato

web-girl-sad-crying-window-shadow-chiara-cremaschi-cc
Chiara Cremaschi-CC

Quando si hanno le farfalle nello stomaco non si riflette bene, si è troppo impegnati ad innamorarsi! Ma adesso che sei tornato su questo pianeta, dovresti prenderti del tempo per elaborare ciò che hai vissuto nella relazione. Non importa come e perché sia finito un rapporto, da esso puoi comunque imparare tante cose su di te.

Fisher sostiene che uno dei passi più importanti dopo una rottura sia innanzitutto riflettere sul perché questa specifica relazione sia stata così significativa. L’attrazione non è un evento casuale: sei stato tu a prendere la decisione di frequentare quella persona, sulla base di diversi fattori. Pensa alle ragioni profonde che ti hanno fatto sentire attratto da quella persona: perché hai voluto questa specifica relazione? C’è stato qualcosa dentro di te che questa persona ha saputo guarire, o un vuoto che è riuscita a colmare? Adesso che non state più insieme, cosa manca alla tua vita emotiva e spirituale?

“La Terra è una continua scuola, siamo qui per imparare e per crescere. Anche se a volte le lezioni sono così difficili che vorremmo soltanto che sia ‘ricreazione’ “, aggiunge Fisher. Ogni relazione finita può dirci qualcosa su noi stessi, perché “tendiamo ad attrarre nella nostra vita coloro che ci aiutano a comprendere meglio ciò che dobbiamo imparare”.

Prova a scrivere i tuoi pensieri. Oppure, se farlo non ti aiuta a trovare delle risposte, leggi un buon libro sull’argomento. Routt consiglia Why We Pick the Mates We Do di Anne Teachworth.

“Per interrompere il circolo vizioso delle relazioni sbagliate, a volte può aiutare comprendere da dove viene il nostro desiderio di iniziare tali tipi di rapporti”, sostiene Routt. “Teachworthspiega che tendiamo ad attrarre determinate tipologie di relazioni”.

 È importante chiederci quali caratteristiche non vogliamo più in una relazione sentimentale

Nel libro sono presenti anche delle considerazioni personali che ti aiuteranno a capire quale tipo di relazione sentimentale tendi ad attrarre. Sono sane? C’è un motivo per cui questi rapporti continuano a interrompersi? Capendo quale tipologia di persona tendi a frequentare, potrai riconoscere i modelli con cui sei più compatibile e persino gli iniziali segnali d’allarme di una relazione che non andrà molto lontano.

“Avendo chiare queste cose, si può scegliere se voler mantenere lo status quo, oppure cercare qualcosa di nuovo”, spiega Routt.

In parole povere, si tratta di capire se la tua ex abbia avuto determinate qualità che tu vorresti abbia anche il tuo prossimo partner. È altrettanto importante capire quali caratteristiche tu non voglia più affrontare in una relazione sentimentale.

2. Pensa a come poter crescere

Young businessman who sits on a chair at the top of the mountain and looks into the sky
© Patrick Foto/SHUTTERSTOCK

Riflettendo su quanto detto finora, ti sarai probabilmente reso conto (o ricordato) di quali siano i tuoi difetti, di come questa relazione ti abbia danneggiato e del ruolo che tu hai avuto nel farla terminare. Sicuramente meriti amore a prescindere da quali errori tu possa aver commesso, ma questo non vuol dire che tu non debba fare il massimo per migliorarti.

“Esamina te stesso, cerca di capire quali danni il rapporto abbia arrecato alla tua persona e decidi come porvi riparo” consiglia Fisher. “Guarda a te stesso in totale sincerità e prendi la decisione di crescere, soprattutto in quelle aree che hanno contribuito alla fine della relazione”.

 Le relazioni sono uno specchio: riflettono ciò che dobbiamo cambiare in noi

La chiave è l’onestà, anche se fa male. È anche necessario essere grati per questo periodo doloroso, perché senza di esso potresti non esaminare te stesso e porti queste domande.

“I problemi di cuore offrono sempre un’ottima opportunità di cambiamento” aggiunge Hope. “Sii grato per la confusione che stai vivendo, perché è stato manifestato ciò che era nascosto nell’inconscio. Sono state rivelate le aree in cui hai bisogno di guarigione interiore. Le relazioni sono uno specchio: riflettono ciò che dobbiamo cambiare in noi”.

3. Stringiti a Dio

woman-praying
successo images

Non sei da solo in questa fase delicata. A prescindere da quanto tu stia soffrendo, sappi che Qualcuno ti ama.

“Riconciliati con Dio, e chiedigli aiuto per essere guarito. Quando le persone sono afflitte, tendono ad allontanarsi da Dio”, spiega Fisher.

Non perdere la fede credendo che Dio ti stia punendo.

“Sappi che tutto ciò di cui hai bisogno arriverà, spiritualmente parlando, quando ti arrenderai a Lui”, aggiunge Hope. “La legge dell’attrazione ci mostra che ogni cosa che dobbiamo imparare verrà a bussare alla nostra porta, senza alcuno sforzo. Se permettiamo a Lui di agire, sapremo che abbiamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno in questo momento specifico. Avere questa consapevolezza ti farà rendere conto che l’universo è dalla tua parte e vuole il meglio per te. Nel tempo manifestiamo i nostri problemi, comprendendo ciò di cui abbiamo bisogno per guarire”.

Quindi abbi fede, confida in Dio e prega affinché la tua mente abbia la pace mentre continui ad esaminare te stesso.

4. Ama te stesso

Morning Cup cappuccino with smile
© geniuscook_com/SHUTTERSTOCK

“L’amore è un’opportunità immensa per conoscere te stesso, ed amare te stesso è la chiave per trovare il vero amore”, afferma Hope.

Nell’analizzare queste verità, prenditi del tempo per amare te stesso. Questo processo non ha nulla a che fare con il flagellarsi. Apprezza te stesso e prenditi cura di te. È fondamentale. Divertiti e scopri nuovi passatempi.

“Agisci in modo da apprezzare il tuo essere single”, suggerisce Routt. “So che sembra impossibile perché sei pieno di pensieri e sentimenti contrastanti, ma le azioni sono di gran lunga la cosa più facile da controllare. Pensa a cosa faresti se ti sentissi ‘a posto’ dopo aver chiuso quella relazione”.

Route suggerisce di provare quelle cose che, durante la relazione, avresti voluto fare ma che non hai mai potuto fare, forse perché il tuo partner non te l’ha permesso. In altre parole, sii produttivo! Dedicati all’uncinetto, iscriviti ad un corso di tiro con l’arco, laureati, fa volontariato.

“Agire in modo sano avrà delle conseguenze positive sui tuoi sentimenti e sui tuoi pensieri”, spiega Routt.

5. Raccogli a te la “tribù”

Cheerful group of friends - it
© Conrado

Assicurati che, mentre attraversi questo processo di riflessione e di amore verso te stesso, tu spenda anche del tempo con i tuoi amici più cari e con i tuoi parenti stretti. Non isolarti, benché questa sia una tentazione molto forte. Divertirsi con i propri amici e parenti, oltre ad offrire un grande sostegno, ti aiuta ad evitare dei comportamenti dannosi. Avrai troppi occhi su di te!

“Uno dei modi per realizzare lo scopo della vita è vivere gli altri, attraverso le relazioni”, dichiara Routt. “Se hai appena concluso un rapporto sentimentale, forse non è il caso di buttarti subito in un altro rapporto simile. Ma costruire una relazione con le persone a cui vuoi bene (la tua famiglia, gli amici, Dio) è un ottimo modo per utilizzare il tempo. Del tempo di qualità trascorso con queste persone mostrerà loro l’affetto che tu provi, e darà a te uno scopo”.

Chiama i tuoi vecchi amici o prenditi un caffè con tua sorella, sebbene vorresti stare a letto tutto il giorno. Un po’ di contatto umano ti farà ricordare che ci sono tante persone che ami nella tua vita, oltre al tuo partner.

6. Preparati ad un nuovo amore

web-love-couple-wine-bottle-shutterstock_374455852-andrey-yurlov-ai
Shutterstock / Andrey Yurlov

Prima o poi vorrai amare di nuovo. E lo farai. Dopo aver riflettuto, aver dedicato del tempo alla cura di te stesso, provato nuove attività o rispolverato vecchi hobby, ed aver apprezzato il sostegno dei tuoi amici e famigliari, ti sentirai pronto per una nuova relazione.

“Ogni relazione ci prepara per quella successiva”, conclude Hope. “Le nostre esperienze ci insegnano molto. Se sappiamo sfruttare queste lezioni possiamo diventare più forti e stabilire dei limiti precisi nell’amore che abbiamo per noi stessi. Questo ci aiuta a diventare ciò che vogliamo ottenere, consentendoci di manifestare amore vero”.

Possiamo sempre guarire, persino dopo esserci lasciati in modo doloroso. L’amore troverà il modo per raggiungerci di nuovo. Dobbiamo soltanto essere aperti ad esso.

 [Traduzione dall’inglese a cura di Valerio Evangelista]
Tags:
amorerelazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni