Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Pregare per i morti quando nessun altro lo farà

Condividi

Ecco cosa possiamo fare per prepararci spiritualmente alla nostra morte e a quella dei nostri cari

Una delle lettere più dolci che io abbia mai ricevuto me l’ha mandata un signore chiedendomi di pregare per sua moglie, recentemente scomparsa. Mi ha spiegato che la famiglia di sua moglie veniva da un ambiente protestante e non seguiva la pratica cattolica della preghiera per i defunti. Voleva che io pregassi per la sua anima, sapendo che la sua famiglia non l’avrebbe fatto.

La sua lettera mi ha ricordato di quando, diversi anni fa, morì mia nonna. Sua cognata, una battista del Sud davvero pia e gentile, mi disse di aver pregato per mia nonna ogni giorno, quando era in ospizio. La ringraziai per la sua gentilezza e lei rispose che da quel momento avremmo potuto finalmente smettere di pregare per lei, dato che era “un angelo in cielo”.

Capii dove volesse andare a parare. Se le avessi detto che, al contrario, in quel momento mia nonna aveva ancora più bisogno delle nostre preghiere, mi avrebbe fraintesa. Posso dunque comprendere che quel vedovo desideri che quante più persone preghino per sua moglie, dato che in famiglia non l’avrebbe fatto nessun altro.


LEGGI ANCHE: Chi ha paura delle preghiere per i morti?


Dato che ieri è stato il giorno di Ognissanti, e oggi è il Giorno dei morti, ho pensato fosse il momento opportuno per parlare del pregare per i defunti. E in particolare, di cosa possiamo fare per prepararci spiritualmente alla nostra morte e a quella dei nostri cari.

Alcune cose da fare per prepararci:

  1. Pregare per una buona morte. Ricordiamoci di San Giuseppe: lui è un potente intercessore per gli agonizzanti. Morì tra le braccia di Nostro Signore e di Maria, ed è il santo patrono dei moribondi.
  2. Disporre l’organizzazione di una messa funebre. Prendi accordi con un sacerdote per assicurarti di avere una messa funebre, sia per quanto riguarda i tuoi cari che te. È molto importante, soprattutto se sei l’unica persona in famiglia ad essere praticante. Non dare per scontato che i membri non cattolici della tua famiglia sappiano cosa fare per prepararsi.

E dopo che i tuoi cari sono defunti:

  1. Continua a pregare per loro. Ogni volta che passo vicino ad un cimitero, recito questa preghiera: “L’eterno riposo dona loro, o Signore, e splenda ad essi la Luce perpetua. Riposino in pace. Amen”. Ho anche preso l’abitudine, durante la preghiera universale a messa, di ricordare le persone a me vicine che non ci sono più. È un’occasione per presentare, in silenzio, le nostre preghiere di petizione.
  2. Aggiungi i loro nomi nelle intenzioni di preghiera. Fa’ in modo che i tuoi cari defunti ricevano preghiere e siano ricordati nelle intenzioni durante la celebrazione della santa messa.
  3. Assicurati che ci sia una messa funebre. Chiama una parrocchia e informati su cosa fare per offrire ai tuoi cari defunti una messa funebre.

LEGGI ANCHE: Le 4 chiavi bibliche per superare la morte di una persona cara


Pregare i morti è parte della tradizione cattolica, della nostra fede. Quindi, anche se la tua famiglia non dovesse pregare per i propri cari, sappi che ci sono tantissime altre persone che lo faranno. I morti non verranno mai dimenticati né ignorati dalla Chiesa. E saperlo dà un enorme sollievo.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.