Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 25 Febbraio |
Santi Luigi Versiglia e Callisto Caravario
home iconvaticano notizie
line break icon

Defunti, la messa del Papa: oggi si mischiano tristezza e speranza

Vatican Insider - pubblicato il 02/11/16

La «tristezza» per i cari che se ne sono andati, la «speranza» nella resurrezione promessaci da Gesù. E’ il binario sul quale papa Francesco ha impostato la breve omelia che ha tenuto oggi pomeriggio al cimitero romano di Prima Porta nella messa per commemorazione di tutti i fedeli defunti. Tra i fedeli c’è anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi. 

È la prima volta che un Papa celebra il due novembre a Prima Porta (il nome con cui i romani chiamano il Flaminio, ndr), giacché gli altri pontefici prima di lui quando hanno celebrato la messa dei defunti in un cimitero romano, hanno sempre scelto il cimitero monumentale del Verano, il più antico della capitale.  

«Giobbe era nel buio, era proprio alla porta della morte, in quel momento di sofferenza proclama la speranza: `so che ultimo si ergera´ sulla polvere..io stesso lo vedrò’. La commemorazione dei defunti – ha osservato il Papa nell’omelia – ha questo doppio senso: un senso di tristezza, il cimitero è triste, ci ricorda i nostri che se ne sono andati, ci ricorda anche il futuro, la morte, ma in questa tristezza noi portiamo dei fiori, come un segno di speranza, anche posso dire festa, ma più avanti, non adesso». 

«E la tristezza – ha proseguito papa Francesco – si mischia con la speranza e questo è quello che sentiamo tutti noi oggi in questa celebrazione, la memoria dei nostri davanti alle spoglie, e la speranza, ma anche sentiamo che questa speranza ci aiuta, perché anche noi dobbiamo fare questo cammino, tutti noi faremo questo cammino, prima o poi tutti, col dolore più o meno dolore, ma tutti, ma – ha aggiunto – col fiore della speranza, con quel filo forte che è ancorato aldilà, ecco questa ancora non delude, la speranza della resurrezione. Chi ha fatto per primo questo cammino – ha proseguito papa Bergoglio, che parlava a braccio – è Gesù, noi camminiamo il cammino che lui ha fatto, e chi ci ha aperto la porta è lui stesso, con la sua croce ci ha aperto la porta della speranza, la porta per entrare dove contempleremo Dio, io so che il mio redentore è Dio, e che `ultimo si ergera´ sulla polvere, io lo vedrò, io stesso, i miei occhi lo contempleranno’. Torniamo a casa oggi – ha suggerito il Pontefice – con questa doppia memoria, la memoria del passato, dei nostri che se ne sono andati, e la memoria del futuro, del cammino che noi andremo a fare. Con la certezza, la sicurezza, quella certezza uscita dalle labbra di Gesù, `io lo risuscitero´ nell’ultimo giorno’». 

E in un tweet diffuso nel pomeriggio, Francesco aveva osservato: «Con fede sostiamo presso le tombe dei nostri cari, pregando anche per i defunti che nessuno ricorda».  

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
CAIN AND WIFE
Francisco Vêneto
Con chi si è sposato Caino, se Adamo ed Eva avevano solo figli ma...
5
WSZYSTKICH ŚWIĘTYCH
Gelsomino Del Guercio
8 modi per aiutare e liberare le anime del Purgatorio
6
MUM, HUG, CHILD
Annalisa Teggi
Mamma si suicida insieme al figlio, ma lo salva con l’ultim...
7
KISS
Carlos Padilla
Curate così il vostro matrimonio e non ve ne pentirete mai
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni