Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 03 Agosto |
Sant'Aspreno
home iconStile di vita
line break icon

No a grida e schiaffi ai bambini, ed ecco perché

GettyImages / Tomaz Levstek

La Mamá Oca - pubblicato il 27/10/16

Si sente ancora dire spesso “Uno schiaffo al momento giusto fa bene”, ma...

Per quanto siano vituperati i castighi corporali, sappiamo che esistono ancora famiglie in cui si continua a infliggerli spesso. Colpi, grida, tirate d’orecchie… Ed è ancora comune ascoltare “Uno schiaffo al momento giusto fa bene”.

Chi non ha mai sentito una persona anche vicina dirlo? Io stessa, parlando un giorno dei miei figli con una conoscente, me ne sono uscita con questa frase come se fosse una cosa normale.

Le punizioni fisiche, le grida o lo sminuire i figli a livello verbale sono tuttavia estremamente dannosi.

Ogni volta che gridiamo o picchiamo – lievemente, moderatamente, occasionalmente, raramente, sempre –, stiamo dedicando un tipo di attenzione sbagliata al bambino e stiamo mettendo in atto un tipo di castigo che non funziona.

Le grida e gli schiaffi non sono un buon metodo perché non insegnano mai il comportamento adeguato, anzi, è il contrario.

Le grida e gli schiaffi non educano perché:
1. confondono
2. non insegnano la condotta adeguata
3. fanno capire che la violenza (fisicas o verbale) è il modo per risolvere i conflitti
4. provocano sentimenti di rabbia e umiliazione
5. bloccano il bambino
6. non offrono alternative

  • 1
  • 2
Tags:
bambinieducazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
2
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
5
MAN, ALZEHIMER, WOMAN
ACI Digital
Cosa accade all’anima di una persona che ha l’Alzheim...
6
MADELEINE PAULIAC
Sandra Ferrer
La dottoressa che aiutò a partorire delle suore violentate
7
Gelsomino Del Guercio
Paolo Palumbo: la Sla non lo piega. Ora è un “eroe” su Facebook (...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni