Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

7 caratteristiche imprescindibili in un autentico evangelizzatore

Condividi
di H. Edgar

Il pittore dipinge, lo scrittore scrive, il medico cura. Seguendo questa logica possiamo dire che l’evangelizzatore evangelizza. È vero?

Chi evangelizza è davvero un evangelizzatore? Per portare Cristo agli altri serve aver fatto esperienza di Lui, visto che nessuno dà ciò che non possiede e nessuno ama quello che non conosce. Essere un autentico evangelizzatore non salta fuori dal nulla, si “cucina” col tempo. È un apprendimento costante del discepolo. È frutto di un rapporto stretto, di un’amicizia. Questo rapporto si vede riflesso nelle opere degli evangelizzatori.

Come posso essere un autentico evangelizzatore? Come posso testimoniare al mondo chi sono e in cosa credo? In primo luogo nutri il tuo rapporto con il Maestro, poi fai un esame personale e vedi se queste sette caratteristiche si riflettono nella tua vita. Se è così, sei sulla buona strada.

Caratteristiche di un evangelizzatore autentico:

1. Una fede solida

1

È fondamentale. Senza fede non possiamo evangelizzare. Non parlo solo della fede in Cristo, nel Padre e nello Spirito Santo, ma anche della fede nella Chiesa e nel suo Magistero. Ho sentito alcuni dire: “Io evangelizzo, porto Cristo agli altri, ma sulla questione del papa non sono molto d’accordo…” Come non sei d’accordo? Sei cattolico o no? Non devo credere solo in quello che mi conviene, in quello che mi piace, ma in ciò che Dio mi ha rivelato e che ha disposto per la mia salvezza. La nostra fede è integra, non può essere una fede da supermercato in cui prendo solo quello che mi piace e lascio il resto. Per questo l’autentico evangelizzatore deve dire al Signore: “Credo, aiutami nella mia incredulità” (Marco 9, 24), e deve rinnovare giorno dopo giorno la sua opzione per Cristo, conoscendolo e amandolo di più.

“La fede è fondamento delle cose che si sperano e prova di quelle che non si vedono. Per mezzo di questa fede gli antichi ricevettero buona testimonianza. Per fede noi sappiamo che i mondi furono formati dalla parola di Dio, sì che da cose non visibili ha preso origine quello che si vede… fisso lo sguardo su Gesù, autore e perfezionatore della fede…” (Ebrei 11,1-3.12,2).

2. La coerenza di vita

2

Padre Pio da Pietrelcina diceva: “Fai il bene, ovunque, perché tutti possano dire: ‘Questo è un figlio di Cristo’”. Chiediti: le mie azioni riflettono Gesù? Chi mi vede può dire che sono un autentico cristiano? Non pensiamo che la coerenza di vita sia un peso, insopportabile. Al contrario, è quello che ci dà felicità e ci esorta a continuare a percorrere la buona strada. La chiave è nell’umiltà, nel riconoscere che ho bisogno di Dio e che Egli vuole essermi necessario. Io non posso evangelizzare, non sono la vera luce. La mia missione è essere riflesso della Luce di Dio. È Cristo che vive ed evangelizza in me. L’umiltà va richiesta a Dio, perché solo così potremo essere una testimonianza vivente di Gesù.

“Venne un uomo mandato da Dio e il suo nome era Giovanni. Egli venne come testimone per rendere testimonianza alla luce, perché tutti credessero per mezzo di lui. Egli non era la luce, ma doveva render testimonianza alla luce” (Giovanni 1, 6-8).

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.