Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Le prime immagini dell’appartamento papale di Castel Gandolfo, divenuto un museo

© Antoine Mekary / ALETEIA
© Antoine Mekary / ALETEIA
Condividi

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

Vi mostriamo le immagini dell’appartamento papale di Castel Gandolfo, aperto per la prima volta al pubblico. Si tratta delle stanze più private del Palazzo apostolico. Una su tutte la camera da letto, luogo particolarmente intimo ma di cui si è tanto parlato soprattutto in riferimento alla sua apertura agli sfollati durante la II Guerra mondiale. Circa 50 bambini sono nati sul letto di Pio XII, ricordati come i “figli del Papa”.

Dal 1600 Castel Gandolfo accoglie i Papi e dona loro momenti di riposo e di ritiro al riparo dagli occhi del mondo. Proprio Pio XII e in seguito Paolo VI morirono tra le mura di “castello”, come è chiamata comunemente la residenza, che sorge sulle colline vicino a Roma. Per Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II fu una sorta di seconda casa – e non era raro vederli aggirarsi nei dintorni. Anche Benedetto XVI si sentiva particolarmente a suo agio tra queste mura, che lo hanno accolto dopo la sua rinuncia al Pontificato e anche l’anno scorso per un periodo di vacanza. Francesco invece non l’ha mai usata, con grande rammarico dei residenti.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni