Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Ottobre |
Santa Margheria-Maria Alacoque
Aleteia logo
home iconNews
line break icon

L’Occidente di fronte al significato di libertà

Flickr.com/ Creative Commons/ © Sabbian Paine

Silvia Lucchetti - Aleteia - pubblicato il 21/10/16


LA LIBERTÀ SALVERÀ LA SOCIETÀ O CONTRIBUIRÀ AL DEGRADO DELL’UMANITÀ?

Bauman prosegue affermando che la libertà ha determinati effetti sulla società in base a come viene declinato il suo concetto. Egli identifica due atteggiamenti:

«Il primo presenta la libertà come un rapporto sociale in cui ogni persona ha la possibilità di imporre se stessa. (…)Ora, questo tipo di libertà ha una tendenza a dividere, tende a creare una divergenza piuttosto che una convergenza. Divide le persone in soggetti e oggetti. Il soggetto è colui che progetta e decide ciò che avverrà; in definitiva, è colui che ha il potere di portare avanti questo progetto e che ha la facoltà e la capacità – quando incontra una resistenza da parte delle altre persone che sono coinvolte – di riuscire a imporsi».

L’altra visione, che Bauman ritiene essere la più corretta, utile e “genuina”, è quella che

«valorizzi, innanzitutto, il diritto di scegliere che detiene ogni singolo individuo; che consideri, in secondo luogo, l’assunzione di responsabilità delle proprie scelte e delle conseguenze che esse provocano; e che comprenda, infine, la speranza che tut¬to ciò che queste scelte comportano produrrà un miglioramento per la società. ¬(…) una concezione della liber¬tà che è basata sul dare piuttosto che sul prendere, sull’aggiungere piuttosto che sul sottrarre».

Lo studioso quindi sostanzialmente concorda con la visione di libertà espressa dal Santo Padre e riportata durante la stessa conferenza dal cardinal Bassetti:

«La libertà è sostanzialmente una triade: innanzitutto, è la possibilità della verità; in secondo luogo, vuol dire assumersi delle responsabilità; e infine significa avere una speranza».

COMPETIZIONE E SOLIDARIETÀ

«La competizione è, di fatto, una concorrenza che spinge ogni essere umano a portare avanti la propria posizione e che porta a sostenere: «Io voglio che le cose siano come io le desidero».La solidarietà, invece, presuppone l’idea che tutti gli uomini e le donne possano vivere insieme in modo collaborativo e possano cercare di diventare, tutti, più felici».

Bauman sottolinea a questo punto di non credere nella categoria della necessità, ed afferma come nella società attuale siano fortemente a rischio alcuni elementi della libertà: le capacità di scelta si stanno restringendo, la responsabilità decisionale è negata a molti, e la speranza – per tanti giovani di poter realizzare ciò che hanno appreso dai loro studi e dalla loro formazione – sembra essere ormai quasi perduta. Come si è giunti a questo punto? Bauman afferma che un importante spunto di riflessione può offrirlo l’economista francesce Thomas Piketty che ha studiato sia le dinamiche che guidano l’accumulo e la distribuzione del capitale, sia l’evoluzione delle diseguaglianze tra il XX e il XXI secolo evidenziando che:

«la crescita moderna e la diffusione delle conoscenze hanno permesso di evitare l’apocalisse marxista, ma non hanno modificato le strutture profonde del capitale e delle disuguaglianze, o quantomeno non nella misura in cui si è immaginato potessero farlo nei decenni di ottimismo che hanno accompagnato il secondo dopoguerra».

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
consumismoeconomiaidolatriaindividualismolibertàmauro magattioccidentezygmunt bauman
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
“Dio ti darà dei segni”. Quel messaggio di Carlo Acutis all’amica...
2
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis parlava di un regalo che gli aveva fatto Gesù. Di co...
3
PRAY
Philip Kosloski
Preghiera al beato Carlo Acutis per ottenere un miracolo
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
CARLO ACUTIS
Silvia Lucchetti
“I primi miracoli mio figlio li fece il giorno del funerale”
6
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
7
BERGOGLIO
Gelsomino Del Guercio
“Se non mi sposo con te, mi faccio prete”. Così parlò il futuro P...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni