Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

6 consigli per i genitori separati, per il bene dei figli

Condividi

I comportamenti che andrebbero evitati affinché i figli soffrano il meno possibile

A prescindere da quanto sia difficile la situazione di una coppia, la separazione è una decisione che ha conseguenze negative per i figli, quali che sia la loro età.

Di solito in una separazione i figli vengono a trovarsi in mezzo alle due “parti”, subendone le ingiuste conseguenze. L’obiettivo di questo articolo non è rimproverare il comportamento dei genitori che stanno attraversando una separazione, ma invitarli a fare più attenzione al modo in cui stanno gestendo il problema, soprattutto per quanto riguarda i comportamenti tenuti di fronte ai figli.

web-divorce-couple-infidelity-sadness-shutterstock_98507636-ollyy-ai
Shutterstock / Ollyy

Affinché i figli soffrano il meno possibile in questa situazione, i genitori dovrebbero evitare i seguenti comportamenti:

1. Nascondere ciò che sta succedendo

I figli hanno il diritto di sapere ciò che sta accadendo in casa, e non devono essere ingannati: prima o poi dovranno comunque affrontare la situazione. Bisogna parlare con loro sin dall’inizio, ascoltarli, comprenderli e rispondere ad ogni loro domanda: che ne sarà di me? Dove andrà a vivere papà? Quando potrò passare del tempo con papà o mamma?


LEGGI ANCHE: Lettera di un “figlio del divorzio” ai genitori


2. Spingere i figli a prendere una posizione

Usare i figli (consciamente o meno) come un ricatto per dominare, danneggiare o vendicarsi dell’altra persona – o utilizzarli addirittura come un trofeo – è un errore fatale che provoca in loro danni terribili.

3. Farli diventare messaggeri

È inaccettabile usare i figli per comunicare qualcosa all’ex coniuge, soprattutto se il messaggio ha il solo fine di screditare l’altra persona. Bisogna gestire i conflitti come persone adulte e civili.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni