Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 17 Maggio |
San Pascual Baylón
home iconCultura
line break icon

Uno sguardo dietro le quinte a José Sanchez del Rio, canonizzato di recente

Cecilia - pubblicato il 18/10/16

In esclusiva lo storyboard che mostra gli ultimi momenti della vita del giovane Cristero

“Mia cara mamma,

sono stato preso prigioniero in combattimento quest’oggi. Penso al momento in cui andrò a morire; ma non è importante, mamma. Ti devi rimettere alla volontà di Dio; muoio contento perché sto morendo al fianco di Nostro Signore. Non ti preoccupare per la mia morte, che è ciò che mi mortifica”.

Queste furono alcune delle ultime parole di San José Sanchez del Rio, scritte in una lettera dalla prigione, poco prima di morire.

Another final letter to his aunt closed with the words, “Cristo vive, Cristo regna, Cristo impera! Viva Cristo Re e Santa Maria di Guadalupe! — José Sánchez del Rio, che è morto in difesa della fede”.

Al ragazzo furono offerte diverse opportunità per sfuggire al suo destino, doveva semplicemente abbandonare la causa dei Cristero. Ma il 14enne, sostenuto dalla sua forte fede e dall’amore per Gesù e Maria, non vacillò.

Le torture inflitte dai soldati non poterono impedirgli di raggiungere il suo glorioso martirio. È stato percosso e insultato, e gli fu persino scuoiata la pianta dei piedi. Ma lui, costretto a camminare per ore per raggiungere la sua stessa tomba, non smise di gridare “Viva Cristo Re!”

Il capitano dunque gli sparò un colpo in testa, e José entrò nella vita eterna.

Molti di voi hanno conosciuto la storia del giovane martire attraverso il film del 2012 “For Greater Glory”. Vi diamo l’opportunità unica di vedere il “dietro le quinte”, lo storyboard della sequenza finale del film, il martirio di José Sánchez del Río.

Lo storyboard, realizzato da Manuel de Teffé, è accompagnato dalla musica del maestro Gabriele Croci.

Libby Reichert

Tags:
CeciliamusicaSanti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
4
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
7
Padre Maurizio Patriciello
L’amore di un prete per i fratelli omosessuali e le sue pre...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni