Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 08 Marzo |
San Giovanni di Dio
home iconStorie
line break icon

Maria ha realizzato il suo sogno: a 104 anni dal Papa

© Aleteia

La signora Maria Bernacchi

Marinella Bandini - Aleteia - pubblicato il 15/10/16

Ad agosto al mare per la prima volta. Ora manca solo una nuova casa. Di fianco a lei una badante speciale

A 104 anni, Maria ha realizzato uno dei suoi sogni: vedere il Papa. Maria ha partecipato all’udienza che Francesco ha dedicato agli anziani e ha potuto salutare personalmente il Papa. “L’ho baciato tre volte. All’inizio avevo un po’ paura di sbagliare” ma poi tutto è andato nel modo più naturale. Francesco si è fermato con lei e si è interessato della sua salute e di cosa mangi. “Tutto! Tutto quello che mi prepara Liliana” (la sua badante, nda). Poi gli ha preso le mani e gli ha chiesto una benedizione. Per Maria è la prima volta anche a Roma, dove potrà trattenersi per qualche giorno e finalmente vedere la Città Eterna. Del resto, questa nonnina milanese, che ha speso la sua vita a lavorare e ad accudire la casa e il marito, non ha mai smesso di sognare. Ad agosto per la prima volta ha visto il mare, a Finale Ligure: “Non c’erano soldi per andare in vacanza: dopo il viaggio di nozze a Firenze non ci siamo più mossi”. Maria ha preso il treno, e per lei è stata la prima volta anche in Stazione Centrale a Milano. E due mesi dopo eccola in Vaticano. E promette di tornare ancora, perché vuole assolutamente rivedere Francesco.

Accanto a lei, presenza discreta e premurosa, la sua badante Liliana (solitamente chiamata Lilli). Una storia nella storia, perché è soprattutto grazie a lei e ai suoi figli se i sogni di Maria si sono potuti realizzare. È state lei a promuovere collette e a sensibilizzare amici e opinione pubblica per permettere all’anziana signora di coronare i suoi sogni. Maria non ha figli, e non ci sono parenti che si prendano cura di lei. La famiglia di Liliana e in rapporti di amicizia con uno dei fratelli di Maria, che cinque anni fa aveva chiesto proprio a Liliana se poteva accudire la sorella dopo una caduta.

Da allora è lei a prendersi cura in tutto di Maria: dalla spesa, alla cucina, all’igiene personale. Anzi, si è trasferita proprio da lei per poterla assistere continuamente, nonostante non percepisca retribuzione se non per quattro ore al giorno: “Il resto è volontariato. Lo faccio contenta e anche i miei figli, che ormai sono grandi, sono d’accordo e mi appoggiano in questo”. Anzi, spesso anche loro si prestano per qualche aiuto e oggi in Vaticano erano tutti intorno a Maria.

Questa nonnina di 104 anni è nata a Tradate, dove lavorava in uno scatolificio, e si è trasferita a Milano per seguire il marito. In città ha trovato impiego in una fabbrica di bottoni. In 78 anni non si è mai mossa dal suo quartiere (la Barona) e occupa lo stesso appartamento in un palazzo popolare, al terzo piano, senza ascensore. Un impedimento non da poco, visto che la signora è in carrozzina, e per uscire anche solo a fare una semplice passeggiata deve chiamare ogni volta l’ambulanza per essere portata di sotto e poi riportata in casa, costo del tutto circa 70 euro. Un prezzo che la signora non può certo pagare, visto che la sua pensione copre a mala pena l’affitto e le spese vive. Inoltre, l’appartamento è molto piccolo e nel bagno non c’è nemmeno una doccia. Ecco perché il suo desiderio – dopo il mare e il Papa – è quello di avere una casa adatta alle sue esigenze, soprattutto per poter uscire. La sua domanda è stata presentata e grazie anche al tam-tam mediatico la sua storia è arrivata a sensibilizzare le autorità. Chissà che per Natale Maria non veda compiuto anche il suo terzo desiderio…

Tags:
casamaremariapapapapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Lucandrea Massaro
Blasfemia a Sanremo: “Perché mi percuoti?”
3
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
4
MAN, DARKNESS, FACE
Annalisa Teggi
Quando al diavolo scappò detto cosa può davvero fare la preghiera
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
7
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni