Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

“Guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni…”

Condividi

Foto del giorno: 14 ottobre 2016

SUD SUDAN – 11 OTTOBRE 2016: Una madre allatta al seno suo figlio, che soffre di malnutrizione acuta, alla clinica di Medici Senza Frontiere ad Aweil, Bahr al-Ghazal settentrionale, Sud Sudan. Ogni settimana l’ospedale di MSF si prende cura di circa 60 nuovi casi di malnutrizione; ad agosto è stata registrata l’attività più alta, con ben 90 casi. Da marzo 2016 oltre 70mila persone del Bahr al-Ghazal settentrionale sono migrate nel vicino ese, il Sudan, a causa della carestia e dell’inflazione. Secondo il Food Security Outlook Update del Famine Early Warning System Network (Fews Net), nel settembre 2016 nel Bahr el-Ghazal settentrionale alcune famiglie hanno raggiunto un livello catastrofico (fase 5 dell’IPC), a causa dell’estrema povertà. Come conseguenza, molte famiglie non hanno cibo e si sono registrati altissimi livelli di malnutrizione e mortalità. AFP PHOTO / ALBERT GONZALEZ FARRAN


“Guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni…” (Matteo 24:19)

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni