Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 31 Luglio |
Sant'Ignazio di Loyola
home iconSpiritualità
line break icon

Il Barolo nasce per fede e carità di Juliette Colbert

Silvia Lucchetti - Aleteia - pubblicato il 14/10/16

«– Non possiamo aspettare in eterno. Nel frattempo, se non ci è concesso ricevere figli nostri, ci occuperemo di quelli degli altri, – disse Giulia, sollevando gli occhi dal suo profondo scoramento. (…)Il mondo è pieno di figli senza genitori. Quelli saranno i nostri figli, perché sono tutti figli di Dio. Nella sua voce l’inesorabile fierezza della determinazione. Tancredi le afferrò le mani e si arrese ai suoi occhi. Non l’aveva mai vista così risoluta: – Dici davvero? – Certamente, – rispose Giulia, – ma ciò non significa che smetteremo di cercare di averne di nostri, – aggiunse, per far scomparire il panico sul volto del marito. Sembrava che la forza della sua anima traboccasse e lo investisse come mai prima di allora. – Sono d’accordo. La nostra famiglia troverà altre strade per crescere. – Tancredi la tirò a sé: – Sarà la provvidenza a segnarne i confini, fossero pure centinaia di figli! Giulia lasciò che un bacio suggellasse quel momento e si abbandonò a lui. Si tolsero il respiro con i baci e fecero l’amore, fino a dimenticare il tempo e il mondo intero. Nessun figlio, allora tutti figli: il loro nuovo imperativo morale».

Le opere dei coniugi Falletti Barolo sono innumerevoli: i lavori di rinnovo delle carceri, la riforma del sistema educativo con la fondazione delle Maddalene, congregazione femminile per giovani di ambienti degradati ed ex detenute, la Scuola Popolare a Borgo Dora, il primo asilo italiano per i figli degli operai, il nuovo Ordine religioso delle suore di Sant’Anna e molte altre. Per finanziare tutti questi progetti la marchesa Giulia accoglie l’invito di Cavour che le propone di “unire le forze e produrre noi un vino all’altezza dello champagne”.

«E da quel momento le due tradizioni vinicole, quella francese e quella piemontese, presero strade diverse. Il nuovo vino che ne venne, denominato Barolo, mentre soddisfaceva le ambizioni di un politico anticlericale, contribuì alla carità verso tanti poveri attraverso le mani di una nobile cristiana».

Scopriamo allora che, come il vino eucaristico ha nutrito la sete di fede di questi due sposi, così il Barolo – diventato poi uno dei simboli più rappresentativi del prodotto italiano d’eccellenza – nasce per “saziare” nel corpo e nell’animo i più poveri, i preferiti agli occhi di Cristo.

ACQUISTA QUI IL VOLUME

Giannattasio - Giulia.indd
  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
carceratimatrimonioorfanipoverivino
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
5
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
6
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni