Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 01 Novembre |
San Wolfgang di Rägensburg
home iconSpiritualità
line break icon

È meglio essere grati che pretendere

Shutterstock / g-stockstudio

padre Carlos Padilla - pubblicato il 13/10/16

Non merito nulla di ciò che ho, ogni cosa è un dono

Voglio vivere lodando Dio per il suo amore e la sua predilezione verso di me. Gesù ascolta al di là di ciò che chiedo. Percepisce il battito del mio cuore. Sa che desidero il cielo, conosce il mio bisogno di appartenenza, di sentirmi accettato e amato come sono. E Gesù placa questa mia sete.

Mi spaventa fare i capricci con Dio. Mi spaventa chiedergli di esaudire i miei desideri. Mi spaventa non essere grato e non inginocchiarmi davanti a Lui.

Voglio prostrarmi davanti a Lui, ogni sera della mia vita. Ringraziarlo per come mi ha amato durante la giornata. Lodarlo ogni notte per la Sua misericordia. Ricordare la Sua misericordia, ed esserne grato.

Voglio imparare, nella mia vita, a ringraziare. Ecco perché devo ricordare del continuo le mie ferite, i miei bisogni, il mio vuoto. Quando sperimento l’amore di Dio torno ad essere grato.

So di essere fragile, di poter cadere di nuovo. E di nuovo sarò grato a Gesù per la Sua compassione. È il Suo sguardo che mi salva.

Ecco perché è necessario avere un cuore molto semplice, senza alcuna doppiezza. A volte mi capita di incontrare persone che travisano ogni cosa. Fraintendono. Giudicano male. Si amareggiano. Condannano. Vedono nemici ovunque e non sono grati a Dio, alla vita. Ciò che ricevono non gli basta mai. Credono sempre di avere diritto a più cose e non sono mai soddisfatte. Non voglio essere così.

Non voglio vivere pieno di pretese e senza alcuna gratitudine. Voglio essere grato a Dio per ogni cosa che mi dona. Ogni cosa. Voglio uno sguardo semplice e puro, che non fraintendi le intenzioni altrui. Che non condanni. Non voglio dimenticarmi di Gesù, che mi ha salvato.

Non merito nulla di ciò che ho, ogni cosa è un dono. Mi prostro a Dio, e a Lui do la lode.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
gratitudinelodemisericordia
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Annalisa Teggi
"Dite ai miei figli che li amo": ecco chi è l...
Pope Audience
Gelsomino Del Guercio
Corruzione in Vaticano, il Papa: "Non ho paur...
O Planeta que temos
Le 7 marche di cioccolato che sfruttano il la...
COQUI
Esteban Pittaro
L'ultima Messa di un sacerdote prima di esser...
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Toscana Oggi
Si può fare la Comunione senza essersi prima ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni