Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 24 Giugno |
San Giuseppe Cafasso
home iconChiesa
line break icon

Così il “papa buono” metteva in guardia contro l’astuzia del diavolo

KNA-Bild/CIRIC

Ary Waldir Ramos Díaz - Aleteia - pubblicato il 12/10/16

Messaggio spirituale per la “buona battaglia” nella festa di Giovanni XXIII

Il buon cristiano sa che senza croci, senza tribolazioni e senza lotta spirituale è difficile far fronte al nemico della luce (il diavolo), che è “instancabile, astuto e fallace”, come diceva San Giovanni XXIII, più noto come il “papa buono” e la cui festa è stata celebrata l’11 ottobre.

“Satana ripete agli uomini queste parole: ‘Guarda quanto sono affascinanti i desideri della vita; i desideri che si risvegliano e non si spengono; il senso degli onori della gloria della propria affermazione’”, diceva Angelo Giuseppe Roncalli (1881-1963), ordinato sacerdote nel 1904.

Il “papa buono” metteva in guardia contro la tentazione del male e quella che dev’essere la risposta del cristiano.

“Le occasioni per la buona battaglia non mancano. Dobbiamo avere sempre il fermo proposito di ottenere la vittoria” (6-6-1962). Questo insegnava il papa che durante la II Guerra Mondiale (1939-1945) soccorse numerosi ebrei con l’aiuto di visti di transito della delegazione apostolica.

Dopo la morte di papa Pio XII, il cardinal Roncalli venne chiamato ad essere un papa “di transizione”, ma superò tutte le aspettative aprendo un cammino di rinnovamento unico per la Chiesa.

“Bisogna sentire la presenza di Dio, trovarlo in ogni momento e in ogni parte, e quindi allontanare e rifiutare il demonio” (25-7-59), affermava.

Il papa che ha scritto le famose encicliche Pacem in terris e Mater et magistra e ha convocato il Concilio Vaticano II affermava che “senza croce, senza sofferenze e senza gli assalti del maligno il cristianesimo non è né sarebbe comprensibile” (10-11-59).

  • 1
  • 2
Tags:
diavolosan giovanni xxiii
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
6
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
7
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni