Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 17 Gennaio |
San José Vaz
home iconArte e Viaggi
line break icon

Jude Law: durante le riprese di "The Youg Pope" ho riscoperto la mia fede

Sky/ Hbo / Canal + /

British actor Jude Law performs as the fictional Pope Pio XIII on the set of the new television series "The Young Pope", directed by Italian director Paolo Sorrentino, in Rome, Italy August 7, 2015. REUTERS/Yara Nardi

Gelsomino Del Guercio - Aleteia - pubblicato il 12/10/16

L'attore britannico è Pio XIII nella discussa serie tv "The young Pope" di Paolo Sorrentino

Dice che il suo rapporto con Dio è mutato. Le riprese della fiction “The young Pope” (il Giovane Papa) lo hanno fatto interrogare nel profondo, nel suo spazio più intimo, alla ricerca di una risposta: “Cos ‘è la fede?”. E’ da lì è nata una lunga riflessione.

La star di Hollywood Jude Law interpreta Pio XIII, il protagonista dell’attesa e discussa serie tv in dieci puntate firmata dal premio Oscar Paolo Sorrentino, in onda dal 21 ottobre su Sky Atlantic HD.

INTERPRETARE IL PAPA

In questi giorni a Roma, Law ha raccontato la costruzione del suo personaggio che ha rappresentato per lui un vero e proprio percorso di fede. «Ho cercato di studiare la storia dei diversi papati e gli effetti che hanno avuto i diversi pontefici sulla fede cattolica – spiega – Mi sono subito reso conto del materiale a disposizione e dell’impegno enorme per capire come affrontarlo» (La Repubblica, 11 ottobre).

“HO AVUTO PANICO”

A quel punto, confessa di avere avuto due reazioni. «La prima è stata di panico. La seconda – prosegue – è stata la consapevolezza che pur avendo intrapreso questo cammino di ricerca, non riuscivo a capire che tipo di personaggio dovesse essere questo Papa nel mondo creato da Paolo Sorrentino».

LE MANI DEI PONTEFICI

L’attore ricorda di essersi anche interrogato su un gesto molto curioso, cioè «sul motivo per cui i pontefici, ogni volta che li ho visti in fotografia, avevano sempre le mani conserte. Il motivo era molto semplice: con gli abiti papali, avendoli indossati, mi sono reso conto che non ci sono posti alternativi dove poggiare le mani e ad un certo punto mi ci ero abituato anche quando non avevo gli abiti da scena».

Anche la corretta lettura di questo gesto gli è stata utile per calarsi nel personaggio. «Per quanto riguarda il linguaggio del corpo ho voluto lavorare all’essenzialità dei movimenti che potevano dare maggiore potenza gestuale».

“HO SCAVATO A LIVELLO INTIMO”

Ed è in questa fase che sostiene di «aver riesaminato il mio rapporto con la fede, perché questa fa parte non solo del personaggio ma di tutta quest’opera. E’ stato a livello personale un cammino interessante. Ho scavato a livello intimo, in profondità, e ciò mi ha consentito di interrogarmi sul senso della fede. Spero che questo possa accadere a tutti».

“CERCATE LA STRADA VERSO DIO”

Non è un caso che abbia lanciato un messaggio molto singolare (e anche per certi versi severo) ai fedeli raccolti in piazza San Pietro in un’insolito orario notturno: «Vi siete dimenticati di Dio, non vi sarò mai vicino, non ho nulla da dire a chi nutre dubbi, siete voi che dovete provare che Dio non esiste. Dio esiste. Non vi indicherò nessuna strada: cercatela» (Ansa, 11 ottobre)

Tags:
jude lawpaolo sorrentinothe young pope
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Semplici scatti
Puoi chiamarle coincidenze ma sono carezze di...
Gelsomino Del Guercio
Etiopia, strage di cristiani nel Tigrai: dife...
SALVE REGINA
José Miguel Carrera
Un Salve Regina come non lo avete mai visto
Silvia Lucchetti
Silvia e Andrea: il nostro matrimonio stava c...
Alessandro Gisotti
Papa: prima di giudicare, guardiamoci allo sp...
FRA BENIGNO ESORCISTA
Chiara Ippolito
Il più commovente caso di liberazione: quando...
COVID
Gelsomino Del Guercio
Il prete: benedivo senza olio i malati gravi,...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni