Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 17 Gennaio |
Sant'Antonio
home iconChiesa
line break icon

Il nostro compito è capire bene il papa

Antoine Mekary/ALETEIA

Tom Hoopes - Aleteia - pubblicato il 10/10/16

Rimanere vicini alla barca di Pietro impedisce di essere trascinati dalla corrente

Ho provocato un po’ di agitazione al National Catholic Register. In un articolo intitolato How Catholic Opinion Journalists Should Cover Pope Francis, ho reagito ad un fenomeno che ho constatato spesso di recente: i cattolici che criticano insistentemente una citazione o un’azione di papa Francesco.

Ci sono state molte reazioni, come mi aspettavo, e quasi tutte si sono rivelate negative. Capisco il motivo. Nessuno vuole una stampa da “leccapiedi del Vaticano”. Nessuno vuole che la stampa cattolica sia adulatrice. Si vuole che la stampa racconti la storia reale, che offra tutte le implicazioni di ciò che sta avvenendo e soprattutto che sia accurata.

Una stampa che nasconde le azioni di un papa o ribalta ogni sua mossa non è solo inutile – è irrilevante. I lettori dotati di senso del discernimento imparano presto a ignorare una “stampa modello Pravda”, per richiamare la realtà russa durante il periodo della guerra fredda.

Ma c’è un altro estremo: la stampa “bastian contrario”.

Un altro modello per la stampa cattolica è essere il leader dell’opposizione al papa. In questo modello, la stampa passa al setaccio le parole del pontefice per correggerle.

Abbiamo visto due versioni di questo atteggiamento. Una è la stampa cattolica dissidente che non vuole accettare l’insegnamento della Chiesa. Lo abbiamo constatato principalmente sulla questione della contraccezione: alcuni autori cattolici hanno deciso che il loro compito fosse spiegare perché l’insegnamento della Chiesa è una cattiva idea che può essere tranquillamente ignorata.

  • 1
  • 2
Tags:
giornalismopapa francesco
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Semplici scatti
Puoi chiamarle coincidenze ma sono carezze di...
Gelsomino Del Guercio
Etiopia, strage di cristiani nel Tigrai: dife...
SALVE REGINA
José Miguel Carrera
Un Salve Regina come non lo avete mai visto
Silvia Lucchetti
Silvia e Andrea: il nostro matrimonio stava c...
Alessandro Gisotti
Papa: prima di giudicare, guardiamoci allo sp...
FRA BENIGNO ESORCISTA
Chiara Ippolito
Il più commovente caso di liberazione: quando...
COVID
Gelsomino Del Guercio
Il prete: benedivo senza olio i malati gravi,...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni