Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 23 Settembre |
San Pio da Pietrelcina
home iconSpiritualità
line break icon

Attivismo o quiete? Va’ verso te stesso

pixabay.com

don Fabrizio Centofanti - pubblicato il 10/10/16

Ecco la sintesi di ogni vera spiritualità cristiana

Siamo spesso divisi fra attivismo e quiete. Soprattutto i più estroversi sono portati a fare, ad agire, a volte perfino ad agitarsi nei tanti impegni che riempiono e talvolta ingolfano le nostre giornate. Nel Vangelo c’è una traccia di questo problema, personificata nella scena esemplare di Marta e Maria con Gesù, nella casa di Betania.

Quale può essere la soluzione di questo dualismo, che diventa spesso lacerazione, tensione irrisolta tra l’essere e il fare?
Il modello proposto dal Signore è quello di un movimento ritmico: una discesa nel profondo, attraverso la preghiera, un sostare davanti al volto del Cristo, l’entrare in contatto con la nostra vera identità; e poi l’uscire, l’andare verso gli altri, il realizzare la visione che abbiamo contemplato, il mettere in pratica la Parola udita nell’intimità.

È una dinamica ben rappresentata nel noto episodio della chiamata di Abramo. In genere questo passo si traduce nel senso dell’uscire dalla propria terra, per andare verso un luogo indicato dal Signore. Nella lingua originale l’espressione è diversa: lech lechà, che vuol dire: va’ verso te stesso.

Il movimento di lasciare la propria terra, il proprio Io, per andare verso Dio, è in realtà un andare verso se stessi, la propria vera identità. Ecco la soluzione del problema. Il Signore ci invita a un movimento ritmico: entrare in preghiera, in intimità con Lui, per trovare il nostro vero Io; solo allora potremo, con profitto, uscire, rivolgerci agli altri, portare loro la verità e l’amore che abbiamo incontrato nel profondo.

Lech lechà, va’ verso te stesso: ecco la sintesi di ogni vera spiritualità cristiana.

Tags:
spiritualità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
5
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
6
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
7
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni