Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

Satelliti, Internet e la comunione dei santi

Ron Leishman/Shutterstock

mons. Robert Barron - pubblicato il 05/10/16

Una delle forme della preghiera cattolica è un’invocazione di coloro che si trovano nel regno celeste. Ogni volta che recitiamo un’Ave Maria, ad esempio, confidiamo nel fatto che Maria, la Regina del Cielo, ascolti quella preghiera. Ogni volta che invochiamo uno dei santi, siamo convinti che assuma ciò che diciamo e che possa risponderci con informazioni o ispirazioni. Crediamo che la nostra preghiera possa spingere i santi ad agire a nostro favore, effettuando un vero cambiamento nel mondo. Capisco quanto tutto questo possa sembrare controintuitivo alla maggior parte delle persone moderne. Nei nostri momenti più “realistici”, sentiamo che i morti se ne sono andati e non possono ascoltarci. O forse pensiamo che, se ancora esistono, siano lontani, infinitamente distaccati dalle cose di questo mondo. Com’è possibile, ci chiediamo, che la Beata Vergine “ascolti” ogni Ave Maria che le arriva ogni giorno da tutto il mondo? Non è solo un pio desiderio?

Beh, ricordate l’idea di Brandon. Una macchina di nostra ideazione è capace di ricevere e trasmettere quantità straordinarie di informazioni simultaneamente a e da innumerevoli luoghi. Quanto più profondamente e potentemente può allora un’intelligenza a un livello più alto di realtà, in un sistema dimensionale qualitativamente diverso, ricevere e trasmettere informazioni? La fede della Chiesa è che chi si trova nel regno celeste partecipi più intensamente all’intelligenza infinita di Dio, quell’intelligenza che abbraccia tutto lo spazio e tutto il tempo. Un santo può quindi ricevere e inviare una sconcertante quantità di informazioni? Perché no? Ma un santo può esercitare un’influenza causale sulla dimensione fisica? I santi possono davvero fare qualcosa per noi?

Non dobbiamo pensare all’aspetto spirituale come a semplicemente “altro” rispetto a quello materiale, come se i due elementi non potessero mai interagire. Piuttosto, l’aspetto spirituale contiene quello fisico nella misura in cui sussiste a un livello di esistenza elevato, più completo a livello ontologico. Tommaso d’Aquino sosteneva che l’anima non è contenuta dal corpo, piuttosto lo contiene. Anziché essere un “fantasma nella macchina”, come affermano molti filosofi moderni, l’anima, secondo l’Aquinate, è inclusiva del corpo. Può muovere la materia, perché è superiore alla materia. E così i santi, dal loro luogo celeste, possono davvero influire sul mondo materiale e modellarlo.

Forse sarebbe opportuno un ultimo paragone. I satelliti che facilitano tanto la comunicazione di questo mondo sono del tutto fuori la portata della nostra vista. Non interagiamo con loro nel senso ordinario del termine, come facciamo con le altre persone e gli altri oggetti. E tuttavia, dalla loro dimora celeste, influiscono su di noi e ci aiutano. Non abbiamo a che fare con gli abitanti del cielo come con quelli della terra, ma ci ascoltano, ci parlano e ci influenzano costantemente.

E allora, la prossima volta che riceverete qualche istruzione sul vostro GPS o farete una telefonata con l’iPhone, pensate alla comunione dei santi.


Il vescovo Robert Barron è vescovo ausiliare della diocesi di Los Angeles (Stati Uniti) e fondatore del ministero cattolico Word on Fire.

[Traduzione dall’inglese a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
cyberteologia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
3
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
4
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
5
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
6
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
7
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni