Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 12 Maggio |
home iconCultura
line break icon

Cos’hanno in comune le parabole e le favole?

Brian A Jackson

Canção Nova - pubblicato il 05/10/16

La parabola del figliol prodigo ci mostra le conseguenze della disobbedienza di un figlio e l’amore fedele del padre, ma parla anche del figlio obbediente. Anche nella storia di Pinocchio possiamo constatare una vita piena di errori e la punizione del naso che cresce, oltre alle sofferenze che ha subito. Questo aiuta i bambini a comprendere che le decisioni buone o cattive hanno conseguenze nella vita, e che imparare dagli errori altrui è un processo meno doloroso.

Nella parabola del lievito dei farisei, Gesù richiama l’attenzione sull’ipocrisia di quegli uomini. Nella favola di Pinocchio possiamo vedere come le sue bugie si accumulino, come se tutto ciò che resta nascosto non debba essere un giorno rivelato.

La parabola del granello di senape richiama l’attenzione perché è un seme molto piccolo ma capace di trasformarsi in un albero frondoso. Spesso giudichiamo gli altri dalle apparenze, come nella favola di Cappuccetto Rosso, che pur conoscendo la nonna si lascia ingannare dal travestimento del lupo. Per il bambino è importante separare il bene dal male, imparare a sviluppare la capacità di sapere che non tutti sono quello che sembrano, perché questo aiuta nella sicurezza e nella formazione della percezione infantile. Dall’altro lato, la favola de La Bella e la Bestia ci mostra che l’apparenza sgradevole non indica necessariamente una brutta persona, oltre a mostrare che quando si investe del tempo per conoscere le persone se ne possono scoprire di bellissime. Le bestie si trasformano così in principi.

Nella parabola del buon samaritano possiamo vedere che varie persone passano per la strada, vedono un uomo a terra ma non fanno nulla, fin quando qualcuno con un cuore speciale mette da parte il suo egoismo per aiutare chi ne ha bisogno. In Biancaneve possiamo vedere una fanciulla discriminata dalla matrigna, che invidia la bellezza della piccola principessa e decide di farla uccidere. Il cuore del cacciatore, però, non gli permette di compiere quella malvagità. Anche i nani, quando vedono la propria casa invasa dalla fanciulla, imparano a condividere tutto ciò che hanno con una persona appena conosciuta.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
favoleparabole vangelo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
rosary
Aleteia
Sapete quali sono i sacramentali istituiti dalla Madonna?
7
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni