Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 09 Dicembre |
Immacolata Concezione
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

La dieta raccomandata dalla Bibbia

shutterstock

Vanessa Gouyot - pubblicato il 03/10/16

2. “3 latticini al giorno”

formaggi
unsplash.com

Non bisogna lasciarsi confondere dagli slogan sui latticini dell’industria alimentare, che cercano solo di promuoverne un consumo massiccio.

Questa raccomandazione è collegata all’apporto di calcio. I bambini o gli adolescenti, in piena fase di crescita, o le persone anziane possono mangiare fino a quattro porzioni al giorno, secondo l’ANSES.

Nel mio studio di dietista e nutrizionista, raccomando una quantità inferiore, ma perché sottolineiamo la qualità dei prodotti in questione, che è quello che conta.

Le mie raccomandazioni?

Al giorno, 3 porzioni per i bambini e 2 per gli adulti

Ci sono anche altri mezzi per ottenere l’apporto di calcio: acque minerali, verdure (broccoli, prezzemolo fresco, crescione…) e frutta, o mandorle o altri frutti oleosi. Le sardine contengono molto calcio nelle spine.

Un esempio: una parte dei latticini corrisponde a uno yogurt naturale da 125 g, o a una porzione di formaggio fresco da 100 g con il 20% di materia grassa, o a un petit-suisse naturale da 60 g con il 40% di materia grassa, o ancora a un bicchiere di latte scremato da 120 ml o a una fetta di formaggio stagionato da 30 g.


LEGGI ANCHE: A cosa serve non mangiare carne se divori tuo fratello?


3. Farinacei in ogni pasto

food-pasta-tomato-theme-workspaces-large
stock.tookapic.com

Pasta, riso, patate e derivati, legumi secchi, pane… I farinacei sono indispensabili in ogni pasto, visto che contengono zuccheri ad assorbimento lento e permettono di prolungare la digestione, il che significa che la sensazione di sazietà dura di più.

Ma attenzione, non bisogna trascurare la quantità. Un consumo elevato di farinacei comporta inevitabilmente un aumento di peso.

Vanno quindi consumati in ogni pasto ma in modo moderato.

Le mie raccomandazioni?

La porzione ideale è da 1 a 2 pugni chiusi per pasto, una volta cucinati gli alimenti.

È meglio evitare il pane se ci sono farinacei nel piatto. Il pane o i farinacei in sé non ingrassano, è l’accumulo a farlo, visto che comporta un apporto molto elevato di calorie.

Informazioni nutrizionali:

Pane: 55% di zuccheri lenti

Farinacei cucinati (in media): 20-25% di zuccheri lenti

In conclusione: 100 g di farinacei cucinati = 50 g di pane

Trucco:

Peso crudo = Peso cucinato /3

Esempio: 100 g di pasta cucinata si ottengono a partire da 30-35 g crudi.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

  • 1
  • 2
Tags:
alimentazionebibbiacibodietasalute
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni