Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 15 Aprile |
San Giovanni di Montemarano
home iconStorie
line break icon

Ingresso deciso di un giocatore del Manchester United… nel sacerdozio

TOSHIFUMI KITAMURA / AFP

Philip Kosloski - pubblicato il 27/09/16

Dopo una carriera di successo nel calcio professionista, Philip Mulryne spiazza i suoi ex colleghi con la decisione di seguire la sua vocazione religiosa

Molti ex-atleti professionisti che hanno avuto una carriera di successo restano, in qualche modo, nel mondo dello sport. Spesso sostituendo la maglietta di gioco con una tuta da allenatore, ad esempio.

Ma c’è una stella del calcio europeo che ha deciso di intraprendere un cammino meno battuto, abbandonando le scarpette chiodate per l’abito bianco domenicano: l’ex centrocampista del Manchester United e giocatore della nazionale nordirlandese Philip Mulryne, che ha recentemente preso i voti religiosi a Dublino. Philip sta proseguendo i suoi studi teologici e verrà ordinato sacerdote nel 2017.

L’atleta, ha condotto una carriera di successo nel calcio professionista, ha giocato a fianco di David Beckham e al culmine della sua notorietà ha avuto come compagna la modella Nicola Chapman. Philip ha giocato 161 partite tra il 1999 e il 2005. Secondo l’Irish Central era uno dei beniamini dei tifosi della squadra britannica, nonostante i suoi momenti di ribellione, come citato dal Catholic Herald: nel 2015 ad esempio fu sospeso dalla nazionale nordirlandese per i suoi cali di concentrazione e per il fatto che bevesse troppo.

Il suo ex collega Paul McVeigh si è detto sorpreso della scelta di Philip di intraprendere la strada del sacerdozio dopo più di dieci anni di onorata carriera sul campo:

“Con mia gran sorpresa – e probabilmente con grande sorpresa di tutti gli appassionati di calcio – Phil ha deciso di percorrere la strada del sacerdozio cattolico… Sono rimasto sempre in contatto con lui e sapevo che aveva cambiato radicalmente vita. Era coinvolto in tantissime attività di beneficienza, aiutava i senzatetto durante la settimana. Ma nonostante ciò mi ha colpito molto sapere della sua vocazione… E sono certo che non si tratta di una decisione presa alla leggera”.


LEGGI ANCHE: I 5 segnali di una vocazione alla vita religiosa


Poco dopo essersi ritirato dal calcio, a 31 anni, Philip si è davvero dedicato a diverse opere di carità. Secondo i suoi amici il vescovo di Down e Connor, Padre Noel Treanor, potrebbe aver avuto un’indluenza importante nella vita del giovane, spingendolo a considerare la vocazione sacerdotale.

Quando fece la professione solenne dei voti religiosi nel 2013, Philip parlò brevemente della sua vocazione e delle ragioni che lo portarono ad unirsi all’ordine domenicano:

“Questa è una delle principali ragioni che mi hanno spinto verso la vita religiosa: dedicarmi totalmente a Dio nella professione dei consigli evangelici, prendendo Lui come nostro esempio e confidare in Lui – nonostante i nostri difetti e le nostre debolezze – affinché ci trasformi per la Sua grazia; e così, trasformati da Lui, poter comunicare a tutti la gioia di conoscere Dio… Questo è, per me, l’ideale della vita domenicana e una delle ragioni principali che mi hanno portato ad unirmi a questo ordine”.

Philip Mylryne ha deciso che, dopo che sarà ordinato sacerdote, non tornerà a parlare in pubblico della sua nuova missione di vita. È membro dei domenicani irlandesi, presenti nelle città di Dublino, Cork, Galway e Tralee, così come a Teheran e a Roma. Questo ramo dei domenicani fu fondato a Dublino nel 1224.

Nel seguente video dei domenicani irlandesi potete ascoltare la testimonianza di Philip, in occasione della sua prima professione di voti nel 2013 (a partire dal minuto 3”47′).

[youtube

[Traduzione dall’inglese a cura di Valerio Evangelista]
Tags:
calciovocazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Don Davide conduce la nuova edizione de "I Viaggi del cuore"
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: la fuga dal seminario, l’amore per un&#...
2
AUGUSTINE;
Aleteia Brasil
8 grandi santi che soffrivano di depressione ma non si sono mai a...
3
WIND COUPLE
Catholic Link
7 qualità per scegliere il partner secondo la Bibbia
4
FEMALE DOCTOR,
La Croce - Quotidiano
Atea e obiettrice di coscienza da 10 anni: “non ce la facev...
5
CHIARA AMIRANTE
Gelsomino Del Guercio
Chiara Amirante inedita: la cardiopatia, l’omicidio scampat...
6
Lucandrea Massaro
“Cosa succede se un prete si innamora?”
7
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di Dio con questa preghi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni