Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 27 Gennaio |
Sant'Angela Merici
home iconNews
line break icon

6 modi per identificare il comportamento suicida prima che sia troppo tardi

CC Tollie Schmidt

Aleteia - pubblicato il 27/09/16

Come aiutare ed essere aiutati

Il Mapa da Violência, una serie di dati sulle morti non naturali, ha indicato che tra il 2004 e il 2014 i casi di suicidio tra gli adolescenti brasiliani sono aumentati del 40% tra i 10 e i 14 anni e del 33% tra i 15 e i 19. Ogni giorno, in Brasile si tolgono la vita in media 32 persone. In media, inoltre, i suicidi commettono tra i 10 e i 20 tentativi prima di riuscire a uccidersi davvero.

Il suicidio è ormai una delle cause di morte più comuni al mondo.

Per molto tempo, per tabù o preconcetto, questo tema gravissimo è stato ben poco discusso dall’opinione pubblica. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sta ora incentivando i Paesi a investire di più in politiche pubbliche volte ad aumentare la consapevolezza della popolazione sugli indizi del fatto che una persona può progettare il suicidio.

Questi 6 segnali possono identificare un possibile suicida – e aiutare a salvarlo:

* * *

1. Comportamenti che denotano una sofferenza intensa

Pensieri ossessivi, lamentele sul fatto che la vita non ha senso, mancanza di speranza, incapacità di cambiare, mancanza di energia per i compiti di base, molto tempo trascorso a letto, difficoltà a prendere decisioni che prima si prendevano normalmente, perdita di interesse per attività che prima davano piacere… Di fronte a una persona che presenta questi segnali, parlate in tono accogliente, mostrandovi vicini e solidali, e aiutate a cercare un aiuto professionale. Questi segnali coincidono con quelli della depressione, una malattia sempre più comune e che esige un’assistenza. Non significano necessariamente una tendenza al suicidio, ma sono un segnale di allerta da non trascurare.

2. Cambiamenti drastici di umore

Nel corso della giornata è naturale avere variazioni di umore: ci si può sentire benissimo e all’improvviso diventare rabbiosi o tristi come reazione a certi eventi. Ci sono persone, però, le cui alterazioni dell’umore sono estreme, impulsive e frequenti. Prestate attenzione alle variazioni repentine ed esagerate – in caso di emergenza, non esitate a chiamare i servizi di assistenza sanitaria e a chiedere aiuto.

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
suicidio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
4
Claudia Koll Vieni da me Rai1
Silvia Lucchetti
Claudia Koll: ho pregato tanto per mio figlio malato e ho ricevut...
5
WOMAN,OUTSIDE,BORED
Gelsomino Del Guercio
Soffri di accidia? Scoprilo e segui i rimedi di un monaco del IV ...
6
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
7
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni